Gregucci: “Il mercato ha regalato al Napoli ottimi giocatori come Zielinski, peccato per i pochi italiani”

ANGELO GREGUCCI, allenatore a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “Ho sempre sostenuto che chi gioca il martedì e il mercoledì fa un altro sport. Il Benfica ha esperienza, ma vincere servirebbe ad avvicinarsi agli ottavi. Senza Higuain il Napoli può fare un grande campionato perché non si baserà solo su un singolo. Sono convinto che gli azzurri potranno abbassare quel gap coi bianconeri che molti credono sia aumentato. Il mercato ha regalato ottimi giocatori, come Zielinski. Peccato solo ci siano pochi italiani. La Juventus ha bisogno di trovare nuovi equilibri ma non sarà facile, perché a centrocampo è cambiato tutto e la difesa, una sicurezza, inizierà ad accusare l’età che avanza. È tra le favorite in Champions, ma avrà qualche difficoltà, soprattutto in Europa. Guardiola è un fuoriclasse, il Manchester City è tra le maggiori candidate alla vittoria della Champions League. In Serie A mi incuriosiscono molto Milan ed Inter. I rossoneri sono una speranza per il futuro perché sta lanciando tantissimi giovani italiani validi come Locatelli, Donnarumma e Calabria. Il problema principale dei giovani è che non esistono più fuoriclasse ai quali aggrapparsi. Quando a Napoli c’era Maradona i giovani come Ferrara e Cannavaro avevano come esempio il Dio del calcio ed era più facile crescere, imparare a palleggiare, a fare uno stop, a calciare. Ora, purtroppo, non è più così”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 703 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!