De Simone: “Sarri deve crescere ancora sia nella mentalità che nella comunicazione”

Pasquale De Simone, giornalista e conduttore dell’Acan con gli Azzurri, interviene telefonicamente su Teleclubitalia durante Club Napoli All News : “Ciro era un personaggio carismatico, di lui colpiva l’entusiasmo, la grande forza che profondeva in ogni iniziativa. Era un uomo pieno di idee, e non imponeva niente, lasciava massima libertà a tutti, senza censure e senza bavagli.
La Champions toglie energie, fisiche e mentali: col Benfica, il Napoli, aveva speso tanto. Con l’Atalanta, una squadra tignosa e ben schierata dall’allenatore, ha pagato dazio. Probabilmente c’è stato anche un approccio morbido, laddove qualche precedente avrebbe dovuto attenzionare gli azzurri. A voler essere critici, il mancato turnover è un limite di Sarri: gestisce la squadra magistralmente, ma deve anche capire che chi allena una grande squadra ha anche la necessità di coinvolgere più calciatori. Anche nella comunicazione, Sarri deve saper crescere: non voglio crocifiggere l’allenatore, anzi, ha impresso una grande svolta alla squadra, ma le frasi sulla Juventus sono sintomo di una comunicazione non perfetta.
Nulla di ciò che ho detto dev’essere interpretato come una crocifissione, ripeto, o come una critica a priori. Il Napoli sta giocando il calcio più bello d’Italia, e Sarri ha impostato un gruppo forte. Ma, ci sono ancora cose su cui, insieme si deve saper migliorare

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!