Milik, reduce dall’operazione al crociato, è già in piedi… ora l’attende la riabilitazione

Il Napoli può iniziare a pensare positivo. Arkadiusz Milik, infortunatosi in nazionale al crociato, è già in piedi ed ha cominciato a testare il ginocchio operato lunedì mattina. Il bomber polacco, che aveva iniziato alla grande la stagione (7 goal in 9 partite complessive in azzurro), sosterrà domani – mercoledì – a Castel Volturno la fisioterapia prevista.Ancora poche ore a Villa Stuart, la clinica romana dove è avvenuto l’intervento chirurgico, e poi Milik potrà tornare a Napoli per iniziare il percorso di riabilitazione. Oggi l’ex attaccante dell’Ajax ha fatto una camminata nei corridoi dell’ospedale, in modo da valutare le risposte del suo ginocchio.Al suo posto il Napoli non prenderà alcuno svincolato ma ricorrerà al mercato di riparazione, dove i nomi più graditi sono al momento quelli dei giovani Alario, Poulsen e Raicevic.

fonte-goal.com

Commenti

Questo articolo è stato letto 929 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!