Napoli, chi per il dopo Milik? Osvaldo prima scelta, ma ci sarebbe un certo Gabbiadini…

Con il polacco fuori per almeno 3 mesi De Laurentiis vuole correre ai ripari e trovare un nuovo centravanti per la sua squadra. Osvaldo, svincolato, è la soluzione più semplice. Ma con Gabbiadini pronto finalmente a prendersi una maglia da titolare ha senso tornare sul mercato?

 

Avere una squadra con una rosa lunga e profonda presenta molti vantaggi. Uno di questi è sicuramente la possibilità di affrontare con relativa tranquillità l’infortunio di un giocatore chiave. Solitamente in questi casi, entra in gioco una riserva all’altezza.

 

“Arkadiusz Milik ha segnato 7 gol in 9 presenze quest’anno con il Napoli. La sua riserva, Manolo Gabbiadini, sarebbe tranquillamente titolare in tutte le squadre di Serie A esclusa la Juventus” afferma Niccolò Franchini del team bwin.

 

Eppure, all’indomani dell’infortunio del polacco, anziché pensare di affidare una la maglia da titolare all’ex doriano, si parla di mercato e di firmare al più presto un nuovo attaccante per continuare la rincorsa alla Juventus (secondo bwin il Napoli è quotato 8,00 per la vittoria dello Scudetto dietro ai bianconeri). Possibile?

Che Sarri non straveda per Gabbiadini non è un mistero. Che Gabbiadini cominci a non poterne più di essere costantemente relegato in seconda o terza fascia, pure.

Dopo un anno vissuto all’ombra di Higuain (provateci voi a fare la riserva di uno capace di segnare 36 gol in un campionato…), è arrivato Milik. Altro giro, altro regalo. Infortunatosi il polacco si parla di Osvaldo, Pavoletti, addirittura Klose. E a Manolo non pensa nessuno.

 

Il nome più caldo del momento è quello di Osvaldo, che dopo le ultime deludenti stagioni fra Boca Juniors e Porto ha deciso di appendere le scarpette al chiodo per dedicarsi alla carriera da rockstar. Il look c’è tutto, il talento chissà… Il suo potrebbe essere il profilo giusto per tappare il buco lasciato dal polacco, senza contare che essendo svincolato potrebbe essere firmato subito senza dover aspettare la riapertura del mercato invernale. Certo, i dubbi sulla componente caratteriale e comportamentale sono parecchi.

 

Klose è uomo spogliatoio, tatticamente potrebbe adattarsi benissimo al calcio di Sarri, ma a 38 anni suonati e senza squadra da giugno è molto più che una semplice scommessa.

 

Il physique du role ideale ce l’avrebbe Leonardo Pavoletti, che secondo alcune voci avrebbe già trovato un accordo con il Napoli per gennaio (nonostante la secca smentita del presidente genoano Preziosi). Per O’ Pavoloso ci sarebbe però da aspettare fino a gennaio.

 

E poi c’è Gabbiadini. La soluzione a chilometro (e costo) zero, 21 gol in 67 presenze complessive col Napoli (14 in 49 presenze in Serie A), che continua a rimanere la soluzione di riserva, anche quando di titolari non ce ne sono più.

 

Niccolò Franchini, team bwin

Commenti