Casale 1964, pareggio pirotecnico all’esordio in Coppa Campania: 3-3 col Real Lusciano 2016

Pareggio pirotecnico alla prima uscita stagionale per il Casale 1964 del presidente-allenatore Enricomaria Natale. I ragazzi di Casal di Principe dopo un ottimo precampionato sono giunti al ‘Comunale’ di Lusciano per la gara con il Real Lusciano 2016 (valida come prima giornata della Coppa Campania) con la consapevolezza di poter dare filo da torcere agli avversari. E così è stato visto che sin dalle prime battute del match si è vista un’ottima manovra di gioco e una preparazione atletica già ottima. Il risultato parla di un pareggio con sei gol (3-3) anche se il Casale 1964 recrimina per un rigore concesso in maniera troppo generosa. La gara, tra due delle squadre più attrezzate dell’imminente campionato di Seconda categoria, parte subito con ritmi altissimi e con un tiro di Ferraro, su assist di Aruta, che viene salvato sulla linea di porta da Palmieri quando l’attaccante casalese era già pronto ad esultare. In campo c’è tanto agonismo ma al 24’ arriva la beffa per il Casale 1964: Carulli viene toccato leggermente in area ma per l’arbitro è rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso calciatore che spiazza il portiere. Piccolo black-out casalese e Merenda rischia subito di segnare il raddoppio ma sbaglia clamorosamente davanti alla porta. Il Casale 1964, seguendo le preziosi indicazioni dell’allenatore Natale e del suo staff, riesce a ritornare in gioco facendo esplodere di gioia i tifosi presenti al ‘Comunale’ di Lusciano grazie al tiro di Iaiunese che viene deviato da un difensore e si insacca per l’1-1. Nella ripresa i padroni di casa ritrovano nuovamente il vantaggio sempre con Carulli (pallonetto vincente) ma il 2-1 dura solo due minuti visto che bomber Sossio Aruta segna il suo ennesimo gol in carriera staccando di testa al 55’ e superando tutti i difensori luscianesi. Il vantaggio del Casale 1964 è nell’aria e al 57’ arriva grazie a Ferraro che realizza un calcio di rigore concesso dal direttore di gara. Il Real Lusciano 2006 resta in dieci per l’espulsione di Di Carluccio al 68’ ma Merenda, a pochi minuti dalla fine, sfrutta una respinta corta dell’estremo difensore biancazzurro e sigla il definitivo 3-3.

Commenti