Inter, Vecchi: “Ecco che squadra troverà Pioli”

Il figlio del proprietario dell’Inter Steven Zhang, con altri dirigenti del Gruppo Suning sugli spalti a San Siro

“Un consiglio a Pioli? E’ questo: troverà un gruppo di ragazzi che si sono messi subito a
disposizione. Non me l’aspettavo veramente, mi hanno sorpreso”. Dopo due partite, Stefano Vecchi lascia l’Inter dei grandi al nuovo allenatore che sarà, a meno di dietrofront imprevisti, un altro Stefano. Pioli. Dopo una sconfitta amara a Southampton, che ha complicato le speranze di qualificazione ai sedicesimi, e una vittoria nel finale contro il Crotone, il mister della Primavera nerazzurra prova a dare dei consigli al suo successore.

“Grazie per l’opportunità” – “L’obiettivo mio e del mio staff era fare bene in queste due gare. Ci siamo sentiti lusingati per questa chiamata, abbiamo cercato di portare entusiasmo. Per un pelo giovedì non siamo riusciti a fare risultato e oggi per un pelo abbiamo vinto, ma credo che ci sia stato un predominio territoriale netto: per fortuna siamo riusciti a sbloccarla e poi a chiuderla bene”. Il ringraziamento ai ragazzi: “Si sono dimostrati davvero responsabili – ha aggiunto – sono stati umili e disponibili. Cosa succede adesso? Io ora dovrei tornare in Primavera, mentre la società farà le sue scelte per la panchina della prima squadra. Dico “dovrei” perché ancora non mi hanno comunicato nulla, ma è sicuro che arriverà qualcuno, diciamo al 99,99 per cento”, ha concluso.

Icardi: “La vittoria porta serenità” – “Tutti oggi volevamo vincere perché siamo in un periodo non bello. Con una vittoria prima della sosta – ha aggiunto il capitano dell’Inter dopo la doppietta segnata al Crotone – si sta più sereni, più tranquilli, ci voleva questo. Lui difficilmente non segna: “Io faccio quello che devo fare che sono i gol perché sono un attaccante. Poi, sono contento che anche Perisic abbia fatto gol, questo vuol dire che ci proviamo. Oggi siamo arrivati tantissime volte dentro la loro area e ci voleva questo, solo una vittoria per andare tranquilli alla sosta. La classifica è brutta, però nel calcio non si sa mai quello che può capitare. Adesso dobbiamo lavorare, abbiamo 15 giorni noi che rimaniamo qui, poi si aggiungeranno quelli che torneranno dalle Nazionali. Sicuramente lavoreremo bene per arrivare al derby in una buona condizione. Qui c’è un gruppo di ragazzi stupendi. Siamo un gruppo giovane, bravo, a volte – ha concluso – ci manca un po’ la furbizia di essere più cattivi in campo e anche negli allenamenti, questa sarà una cosa da migliorare da parte di tutti”.

Fonte: SkySport

Commenti