D’Agostino: “A Udine il Napoli ha sempre trovato difficoltà, Zapata non è il giocatore che serve agli azzurri”

GAETANO D’AGOSTINO, ex centrocampista dell’Udinese a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “Contro l’Udinese, in trasferta, il Napoli ha sempre avuto difficoltà. La squadra che ha più da perdere è proprio quella di Sarri, i bianconeri saranno liberi mentalmente ed hanno ottenuto buoni risultati con Delneri. Se il Napoli giocherà come sa potrà portare a casa i tre punti. Gabbiadini non sta passando un grande momento di forma anche per le troppe critiche ricevute. Mertens è un grande professionista, si sta adattando a fare la prima punta e con un maestro come Sarri sta rendendo al massimo. Chiaramente al Napoli manca un goleador che concretizzi le tante azioni offensive. Zapata? La piazza di Udine ti dà la possibilità di crescere, maturare e diventare un giocatore completo. A gennaio servirebbe un attaccante in grado di fare la differenza. A Napoli il colombiano andrebbe a colmare un vuoto ma non è il tipo di giocatore che serve. Rispetto a Zapata, Pavoletti sta giocando in una piazza più calda. Non è facile giocare a Genova, lui sta dimostrando di saper reggere le pressioni. Albiol è mancato tanto alla difesa, con Koulibaly forma una coppia molto forte: entrambi abbinano qualità e coprono i rispettivi difetti. Diawara e Jorginho possono giocare insieme, il primo abbina qualità e quantità mentre il secondo dà ordine e verticalizza tra le linee. Se dovessi scegliere, in questo momento punterei sulla freschezza di Diawara”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 567 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!