Tascone: “Il Napoli è atteso da 8 partite in pochi giorni, dovrà dare il massimo, Zapata? Preferisco Zaza”

CARMINE TASCONE, direttore generale Damiano Promotion a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “Il Napoli giocherà otto partite in pochi giorni, dovrà iniziare a vincere anche in trasferta. Lo scorso anno l’Udinese ci mise in grande difficoltà, negli ultimi anni loro hanno sempre fatto partite mostruose contro gli azzurri. Ci sono tanti giocatori bravi come Widmer, Badu, Danilo. Credo che Sarri farà giocare ancora Diawara al posto di Jorginho, in panchina ci saranno anche Zielinski, Maksimovic e Rog, che è un grande centrocampista. Mi domando: se i nuovi acquisti non giocano a Udine, quando avranno il loro spazio? In trasferta contro il Benfica? Zapata sta giocando bene a Udine, può tornare a Napoli solo se c’è l’avallo di Sarri. Il colombiano ha caratteristiche che a noi mancano, ma giocare in azzurro è diverso. I tifosi accetteranno il suo ritorno anticipato? Personalmente punterei su Zaza e Pavoletti. L’ex Juve non ha ancora segnato al West Ham ma tornerebbe volentieri in Serie A. In alternativa mi piace molto Aubameyang del Borussia Dortmund, altrimenti non vedo altri attaccanti validi a gennaio. I migliori non partono, restano quelli scarsi, che non servono. Il Napoli ha sbagliato a non prendere Immobile o Borriello in estate. Mi emoziono sempre quando sento parlare Hamsik. Lo slovacco smetterebbe di giocare se vincesse lo scudetto, è un giocatore eccezionale. Per vincere il campionato, però, ci vorrebbero otto Marek in squadra. Ormai la stagione attuale è già andata ed il colpevole principale è De Laurentiis per la diatriba con Sarri. La guerra tra i due ha condizionato la squadra, che ha perso serenità”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 660 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!