Le pagelle di Palermo-Lazio: Diamanti è un disastro, Milinkovic dominatore

PALERMO
POSAVEC 6: Incolpevole sul gol, riesce anzi a respingere un paio di conclusioni da fuori
GOLDANIGA 5,5: Soffre come soffre tutto il reparto difensivo del Palermo sotto i colpi di Immobile e c.
(Dal 35′ st LO FASO SV: In dieci minuti non può certo cambiare la partita)
GONZALEZ 5: Imbarazzante il fallo che commette e che gli costa l’espulsione. Lombardi lo lascia letteralmente sul posto e il suo è un placcaggio da rugby.
ANDELKOVIC 5,5: Tiene in gioco gli attaccanti della Lazio sul gol di Milinkovic Savic. Per il resto non sembra mai sicuro
MORGANELLA 5: De Zerbi gli dà fiducia e lo schiera dal primo minuto al posto di Rispoli. Una fiducia mal riposta visto che lo svizzero non spinge e in fase difensiva viene preso in mezzo dagli esterni laziali.
BRUNO HENRIQUE 5,5: Meno lucido di altre occasioni, ma almeno prova a dare un briciolo di raziocinio alla squadra rosanero. Si arrende per un infortunio.
(Dal 9′ st BOUY 5,5: comincia benino, poi si perde)
JAJALO 5: Dovrebbe fare argine a centrocampo proprio dove, invece, la Lazio penetra con una facilità disarmante.
CHOCHEV 5: La sua solita anonima partita. Ordinata, ma senza un guizzo. Gara piatta e senza adeguata copertura.
ALEESAMI 5,5: Spinge con una certa costanza, ma in fase difensiva ne combina di tutti i colori. Sul gol della Lazio si fa prender d’infilata alle spalle da Basta.
DIAMANTI 4,5: Oltre a dimostrare di non essere di nessuna utilità alla squadra, rischia di essere anche deleterio e di pagare caro il suo nervosismo. Ammonito per aver rifilato un calcione ad Anderson che lo aveva superato in tunnel, per poco non viene anche espulso commettendo un altro fallo nel giro di pochi istanti.
(Dal 1′ st QUAISON 5,5: più vivace del compagno, ma non ci voleva tanto. Resta però un’altra gara incompiuta)
NESTOROVSKI 6: È l’unico che prova a fare qualcosa lì davanti. Si sbatte, ma è sempre troppo solo.

LAZIO
STRAKOSHA 6: Nessuna parata degna di questo nome. Il Palermo lo impegna veramente raramente, ma lui è sempre pronto. Anche nel concitato finale di gara.
BASTA 6,5: L’assist per il gol di Milinkovic-Savic è la perla, ma tutta la sua partita è di altissimo livello.
WALLACE 6,5: Da quelle parti il Palermo mette il solo Nestorovski e non è difficile limitarne le iniziative senza correre rischi.
RADU 6,5: Il suo intervento in scivolata su Quaison è decisivo. Netto sulla palla allontana quella che forse è stata la minaccia più consistente per la porta laziale.
LULIC 6: Una partita in controllo. Prova il tiro da fuori e trova Posavec pronto. Inzaghi lo sostituisce perché ammonito.
(Dal 19′ st LUKAKU 6: Si sistema sulla fascia e spinge molto dalle parti della difesa rosanero)
PAROLO 6: Si muove bene tra i centrocampisti del Palermo. Forse l’unica pecca è che non si inserisce con continuità)
BIGLIA 6,5: Padrone in mezzo al campo. Detta i tempi del gioco della Lazio. Tiene palla quando deve, verticalizza quando serve
MILINKOVIC SAVIC 7,5: Di gran lunga il migliore in campo. Sin dai primi minuti si fa vedere in costante propensione offensiva servendo anche il cross per la traversa di Immobile. Il gol è il giusto premio per la prova offerta.
FELIPE ANDERSON 6,5: L ‘azione del gol parte da una sua invenzione. Sempre pericoloso. A volte sembra quasi giochicchiare con gli avversari.
(Dal 23′ st DJORDIEVIC 5,5: Quando la Lazio prova l’affondo finale manca la sua zampata)
IMMOBILE 6,5: La traversa colpita nel primo tempo sta ancora tremando. Partita tutto cuore. Un incubo per i difensori rosanero.
KEITA 6: Bello a vedersi, ma forse gli manca un pizzico di concretezza.
(Dal 36′ LOMBARDI 6,5: Entra ed è subito decisivo. Con uno scatto deciso costringe Gonzalez al fallo da espulsione)
ARBITRO GUIDA 6,5: Vede bene nelle occasioni dubbie della gara

Palermo calcio

ss lazio
serie a
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti