Bologna, sorriso Di Francesco che torna in gruppo

Federico Di Francesco in Nazionale (lapresse)

Lunedì mattina. E squadra subito al lavoro per preparare il match di Coppa Italia – 4.o turno – contro il Verona di Fabio Pecchia. L’amarezza dipinta nel volto dei ragazzi di Roberto Donadoni è abbastanza evidente. Teste basse ma occhi concentrati, determinati, perché il ko casalingo con l’Atalanta di Gasperini (0-2) nel 14.o turno di campionato ha lasciato sì l’amaro in bocca, per com’è arrivato. “Non giocando più a pallone” ha specificato l’allenatore nel post. Ma il Bologna vuole reagire all’istante, dimostrando carattere e valori. Dimostrando di aver imparato la lezione. Seduta defaticante per chi ha giocato titolare contro l’Atalanta, esercitazioni tecniche per gli altri, con tanto di partitella conclusiva a ranghi misti con i ragazzi della Primavera. La buona notizia arriva da Federico Di Francesco che è tornato in gruppo dopo i guai muscolari post amichevole tra Inghilterra e Italia U-21 e ha lavorato regolarmente con i compagni. Sempre out Filip Helander che ha sostenuto un allenamento differenziato mentre Simone Verdi continua la riabilitazione all’Isokinetic. Il Bologna proseguirà la sua settimana con un’altra seduta di allenamento nella giornata di martedì 29 novembre che però sarà a porte chiuse, a due giorni dalla sfida di Coppa con il Verona.

Il saluto di Kennet Andersson – Un passo indietro, perché nella domenica della sconfitta contro l’Atalanta, non tutto è da cancellare. Dall’Ara che ha prima gioito per il ritorno in campo di Mirante e poi si è commossa nel rivedere un idolo come Kennet Andersson sotto la curva, solo per un saluto. Ecco le parole dell’ex rossoblù. “Bologna è sempre meravigliosa e credo che questa società avrà un futuro fantastico. Ingesson? Klas è sempre con me, il suo ricordo mi accompagna ogni giorno della mia vita. Sembra ieri ed invece sono già passati due anni dalla sua scomparsa”.
 

Fonte: SkySport

Commenti