Cagliari-Napoli 0-5: Mertens da favola, è pokerissimo azzurro

Cagliari-Napoli 0-5: Mertens da favola, è pokerissimo azzurroDires Mertens batte la difesa del Cagliari nello 0-5 del Sant’Elia (ansa) CAGLIARI – Novanta minuti a senso unico, in cui il Napoli ha stritolato il Cagliari e ha fatto ammirare al Sant’Elia tutto il meglio del calcio di Sarri: di rara bellezza ed efficacia. È finita 5-0, con una tripletta di Mertens e le reti di Hamsik e Zielinski. Ma la squadra di Rastelli deve ringraziare Storari, che è stato paradossalmente il migliore dei suoi e ha limitato un po’ i danni: senza peraltro arginare il dominio in tutte le zone del campo degli azzurri, tornati protagonisti pure in campionato dopo la festa europea di Lisbona.

    La fisionomia della partita è stata abbastanza chiara fin dall’inizio: con il Napoli in costante proiezione offensiva e il Cagliari giocoforza più prudente, anche se invitato a non arretrare troppo da Rastelli (invano) e a ripartire appena possibile in contropiede. Sarri ha invece ordinato ai suoi di spingere subito sull’acceleratore, temendo forse di poter pagare alla distanza le fatiche della trasferta infrasettimanale di Champions. Ma gli azzurri sono apparsi pure in condizioni atletiche super, al di là della loro evidente superiorità tecnica nei confronti degli avversari. I tanti tifosi accorsi al Sant’Elia sono dunque stati costretti ad assistere al monologo di Hamsik e compagni, con addirittura sette conclusioni verso la porta di Storari in poco più nei primi venti minuti. Un vero e proprio tiro al bersaglio, dunque: vanificato solo dall’imprecisione degli attaccanti.

   La chance più clamorosa è capitata ad Hamsik (18′), il cui tiro da posizione molto ravvicinata e a colpo sicuro è stata ribattuta con il corpo da Pisacane, sulla linea. Ma il pericolo scampato non ha dato la scossa al Cagliari, che è riuscito a farsi vivo dalle parti di Reina soltanto con un tiro di Padoin da fuori area. Ben altro lo spessore della carica azzurra, che è stata premiata al 34′ dal gol del meritato vantaggio di Mertens: giravolta e tiro a giro da una dozzina di metri, su imbeccata di Hamsik. E poco dopo (45′) è stato proprio il capitano a firmare il bis, vanificando la precedente prodezza di Storari sul colpo di testa di Insigne, deviato dal portiere contro la traversa. Per Sarri, premiato pure dal turn over con le buone prove di Chiriches, Strinic e Jorginho, una sola nota stonata: l’infortunio di Koulibaly, costretto a cedere il posto ad Albiol (42′).

    Ma il Napoli ha continuato a dare spettacolo anche in avvio di ripresa, sulle ali di una ritrovata autostima e di una qualità di gioco superiore. Storari si è salvato con un miracoloso riflesso su Callejon, prima di finire al tappeto per la terza volta (6′ st) su un siluro da fuori area di Zielinski. Partita chiusa con largo anticipo, al Sant’Elia. La mezzora finale è servita solo a Mertens per confezionare la sua tripletta personale in tre minuti (24′ e 27′) e a dare maggiore spessore alla goleada della squadra azzurra, che ha concluso così in grande stile la sua settimana più importante. Avanti in Champions League e straripante pure in campionato. I 90′ di Cagliari sono un segnale per tutti: occhio a Sarri.

calcio

serie A
ssc napoli
Cagliari calcio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 283 volte