Napoli, Milik: ”Sto per tornare. Il Real? Dura, ma tutto è possibile”

Napoli, Milik: ''Sto per tornare. Il Real? Dura, ma tutto è possibile''Milik esulta dopo un gol  NAPOLI – La data del rientro si avvicina. Il Napoli e Arek Milik si ritroveranno al più presto. Le condizioni del bomber polacco migliorano e il diretto interessato fa una prima previsione a margine della presentazione del calendario 2017 del Napoli, realizzato in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. “Spero di esserci tra gennaio e febbraio. Mi sono operato al crociato due mesi fa e mi sento bene. Sto lavorando duro e ho cominciato a correre”. Domani è atteso da Mariani per la seconda visita di controllo: “Mi ha detto che tornerò a disposizione dopo 90 giorni dall’operazione, ovviamente sarà fondamentale il suo via libera. Personalmente non vedo l’ora”.

Il Real Madrid, avversario del Napoli negli ottavi di Champions, è un incentivo importante. “Questa sfida rappresenta un ulteriore stimolo e quindi continuerò a lavorare per esserci. Ovviamente è un confronto difficile, ma nel calcio tutto è possibile e noi ci proveremo. Sto intensificando i livelli di allenamento, ma chiaramente aspetto l’ok dello staff medico”. Finora è stato sostituito da Dries Mertens che si è esaltato nel ruolo di falso nueve: “Sono contento per lui – ha spiegato Milik – tra l’altro siamo molto amici e il suo rendimento è un motivo di soddisfazione”. Il belga ci sta prendendo gusto: “Quando sarò nuovamente a disposizione – sorride Milik – mi auguro che possa spostarsi sulla fascia sinistra”. A gennaio ci sarà pure un nuovo attaccante. Leonardo Pavoletti è sempre più vicino al Napoli: “Questi discorsi – aggiunge Milik – non mi competono. Personalmente devo solo pensare alla mia guarigione”. E’ d’accordo pure Sarri: “Ho giocato solo due mesi nel Napoli. E’ stato il mio primo club in Italia e mi auguro anche l’ultimo. Con l’allenatore ho un rapporto speciale”. La chiusura è sugli europei under 21 che potrebbe disputare con la Polonia: “Non abbiamo ancora preso una decisione – aggiunge – vedremo al termine della stagione. Ora sono ancora fermo e quindi non posso sbilanciarmi”. La priorità si chiama soltanto Napoli. LA SQUADRA PENSA AL TORINO – Sarri, dal canto suo, sta pensando soltanto allasfida con i granata, un appuntamento decisivo per alimentare la rincorsa al terzo posto. Il tecnico ha isolato la squadra dall’entusiasmo della città e sta curando  tutti i dettagli. Da risolvere alcuni dubbi di formazione: Maksimovic è favorito su Chiriches per sostituire l’infortunato di Koulibaly mentre Diawara insidia Allan in mediana.
  ssc napoli

serie A
Protagonisti:
arkadiusz milik

Fonte: Repubblica

Commenti