Juventus, Barzagli: “Torniamo in modalità vincente”. Se parte Evra, uno tra Masina e Kolasinac

Juventus, Barzagli: "Torniamo in modalità vincente". Se parte Evra, uno tra Masina e KolasinacAndrea Barzagli (agf) TORINO – “Riattacchiamo la spina e torniamo in modalità vincente”. Andrea Barzagli riprogramma la Juventus, chiamata ad autocestinare l’ultima sua versione vista a Doha in Supercoppa contro il Milan. E a dimostrare, ancora una volta, quanto sia brava ad eliminare il virus di una sconfitta, a rialzarsi dopo ogni scivolone. “La rabbia adesso è passata, nel calcio si guarda sempre avanti, ma rimane un po’ di rammarico per l’occasione mancata e per la coppa che manca in bacheca – prosegue il centrale toscano, intervistato da Sky e Mediaset -. Perdere non fa mai bene e non ci si deve mai abituare: anzi, ricordiamoci che la Juve deve sempre puntare a vincere”. Cosa? Tutto quello che resta, a cominciare dal tricolore: “Il primo grande obiettivo è il sesto storico titolo consecutivo, un traguardo a cui teniamo molto tutti. Dopo cinque campionati, la fame non è passata. Quanto alla Champions, il progetto è quello di tornare a giocare la finale e, perché no?, vincerla. E’ giusto che sia così”.

BARZAGLI: “BOLOGNA ALLA RIPRESA: DOPPIO PERICOLO” – Riavviare il sistema non sarà comunque semplice. Il Bologna ha spesso dato gran filo da torcere alla Signora. E la ripresa del campionato dà un minimo di incertezza a un verdetto che altrimenti sarebbe già scritto, vedendo il ruolino interno dei bianconeri, che inseguono il record della 26ª vittoria consecutiva in A allo Stadium. “Il Bologna è squadra pericolosa – avverte Barzagli -. L’abbiamo studiata, ma dovremo stare molto attenti. Fisicamente potremmo accusare un po’, dopo una settimana di riposo e un’altra in cui abbiamo messo carichi importanti nelle gambe, ma la difficoltà sarà soprattutto mentale. C’è lo stress di ricominciare dopo le vacanze, perché tutto sta nella testa”.

BUFFON OK, DYBALA SCALZA MANDZUKIC? – Smaltita la febbre degli ultimi giorni, Buffon ha svolto una parte di allenamento con i compagni. Privo degli infortunati Bonucci, Alex Sandro e Dani Alves, il tecnico Allegri medita di schierare un 4-3-1-2 con Barzagli e Chiellini al centro, Lichtsteiner ed Evra sugli esterni, Marchisio in regia scortato da Khedira e uno tra Sturaro (favorito) e Rincon. “Tomas si è presentato molto bene – garantisce Barzagli -, l’ho visto molto voglioso, ci potrà dare una grande mano. Rincon a delle belle caratteristiche da aggiungere alle nostre. Io sono a completa disposizione del mister: adesso la spalla è ok”. Dopo quattro panchine consecutive e qualche muso lungo di troppo, Dybala sembra in vantaggio su Mandzukic per affiancare Higuain, con Pjanic a supporto tra le linee.

EVRA VERSO LO UNITED: “MA RESTA UOMO-SPOGLIATOIO” – Quella di domenica (ore 20.45) allo Stadium potrebbe essere una delle ultime apparizioni in bianconero di Evra, pronto a lasciare a gennaio, con sei mesi di anticipo sulla scadenza del suo contratto. Può tornare all’ovile del Manchester United, prenotando poi un ruolo da dirigente dei Red Devils, oppure raggiungere il Valencia nell’ambito dell’operazione per Zaza. “Se Evra è turbato dalle voci di mercato? Pat è come sempre un uomo-spogliatoio, sia quando c’è da parlare che quando c’è da divertirsi – prosegue Barzagli -. E si sta comunque allenando come sempre, da vero professionista”.

KOLASINAC O MASINA: CHI SORPASSA A SINISTRA? – In caso di addio all’esterno 35enne francese, la Juve rilancerà Asamoah e intanto valuterà due 23enni: Sead Kolašinac, duttile bosniaco in scadenza con quello Schalke 04 che vuole 8 milioni, e il marocchino naturalizzato italiano Adam Masina, valutato intorno ai 5 milioni dal Bologna. Nei radar anche De Sciglio (Milan), Darmian (Manchester United) e Laxalt (Genoa). Sempre a proposito di giovani, dopo essersi assicurata per giugno 2017 o 2018 il centrale 22enne Caldara, la Juve è sempre più vicina a Orsolini, 20 anni a gennaio, esterno offensivo dell’Ascoli (22 presenze, 4 gol) corteggiato da tante big, compresi Chelsea e Psg. L’agente è quel Donato Di Campli che in estate verrà ricontattato dal duo Marotta-Paratici per provare a realizzare il sogno-Verratti. La Juve ha offerto all’Ascoli 4,5 milioni di euro più bonus per il ragazzo, comunque destinato a restare al Del Duca fino a giugno.

juventus

serie A
Protagonisti:
andre barzagli

Fonte: Repubblica

Commenti