Napoli-Sampdoria 2-1: rimonta azzurra, Tonelli regala i 3 punti al 95′

Napoli-Sampdoria 2-1: rimonta azzurra, Tonelli regala i 3 punti al 95'Tonelli festeggia il gol vittoria con Insigne (agf) NAPOLI – Il Napoli riparte col brivido. Nel gelo del San Paolo la squadra di Maurizio Sarri gioca male contro la Sampdoria, va sotto a causa dell’autorete di Hysaj alla mezz’ora, agguanta il pareggio con Gabbiadini al 77′ e trova la rete del 2-1 al 95′ grazie al difensore Tonelli. Una beffa per i doriani, tre punti importanti invece per il Napoli che chiude il girone d’andata a quota 38 punti, si assicura almeno il terzo posto e agguanta per una notte la Roma in seconda posizione. Su un campo in cattive condizioni anche a causa del grande freddo, il Napoli prova a partire forte nonostante una formazione rimaneggiata soprattutto in difesa, dove mancano i titolari Albiol, Koulibaly e Ghoulam sostituiti da Tonelli, Chiriches e Strinic. In attacco Sarri conferma il tridente “leggero” composto da Callejon, Mertens e Insigne, con il nuovo acquisto Pavoletti in panchina insieme a Gabbiadini. A spaventare la difesa doriana nei primi dieci minuti ci pensa il solito, scatenato Mertens: Puggioni non deve compiere miracoli, ma solo due attente parate su Insigne al 9′ e sul belga al 20′, quando però la pressione del Napoli, insolitamente impreciso sul piano tecnico, è già finita da qualche minuto malgrado un rigore chiesto da Callejon per un intervento scomposto di Praet. Il merito è anche della Sampdoria, ben disposta in campo con il 4-3-1-2 e la sorpresa Schick al posto del titolare Muriel. Appena possibile la formazione di Giampaolo alza il proprio baricentro e sfrutta i tanti errori del centrocampo del Napoli per ripartire. Ci prova Barreto al 16′ senza centrare la porta, al 28′ Alvarez sfiora la traversa su punizione e due minuti dopo arriva il gol del vantaggio degli ospiti: in realtà è un’autorete di Hysaj sul pericoloso cross di Schick, ma la responsabilità principale è di Chiriches, che sulla destra lascia scappare l’attaccante di Giampaolo senza opposizione. Samp avanti e Napoli scosso, tanto da non riuscire a organizzare una reazione nel quarto d’ora finale del primo tempo. Nell’intervallo Sarri prova a dare la scossa e i suoi giocatori tornano in campo con il giusto atteggiamento: Hamsik entra in partita e crea scompiglio nella metà campo avversaria. Per rimettere in piedi la prima partita del 2017, però, il Napoli ha bisogno di un salvataggio di Hysaj sul tiro a botta sicura di Schick (servito davanti alla porta da Muriel) e soprattutto dell’involontario aiuto dell’arbitro Di Bello, che ammonisce per la seconda volta e dunque espelle Silvestre per un presunto fallo su Reina. In superiorità numerica la squadra di Sarri prende in mano il match, correndo un unico rischio quando il nuovo entrato Muriel dribbla tutta la difesa e spaventa Reina. Per il resto è un monologo azzurro: Mertens ci prova a ripetizione, ma il pareggio porta la firma del neo entrato Gabbiadini, bravo a farsi trovare pronto sull’assist di Callejon al minuto 77. Il finale è un assedio partenopeo, Puggioni è bravo ad opporsi ai tentativi di Gabbiadini e Hamsik. Ma al quinto minuto di recupero, quando la partita sembra ormai finita, l’esordiente in maglia azzurra Tonelli riscatta una partita infelice con il gol della vittoria: il San Paolo esplode, Sarri può sorridere.

NAPOLI-SAMPDORIA 2-1
Napoli (4-3-3): Reina 6.5 – Hysaj 4.5, Tonelli 7, Chiriches 5.5, Strinic 6 – Allan 5 (14′ st Zielinski 6.5), Jorginho 5 (26′ st Gabbiadini 6.5), Hamsik 5 – Callejon 6.5, Mertens 5, Insigne 5.
Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni 7 – Pereira 6, Silvestre 5.5, Skriniar 7, Regini 6 – Barreto 6.5, Torreira 6, Praet 6 (31′ st Linetty sv) – Alvarez 6 – Quagliarella 5 (6′ st Muriel 6.5), Schick 6.5 (20′ st Dodo 6).
Arbitro: Di Bello 4.
Reti: 30′ aut. Hysaj, 32′ st Gabbiadini, 50′ st Tonelli.
Note: espulso (15′ st) Silvestre, ammonite Hysaj. Spettatori 30 mila circa.
 

calcio

serie A
ssc napoli
sampdoria
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti