Napoli, Sarri scopre il bello del turnover. Milik attende il via libera

NAPOLI – Il passaggio ai quarti di finale non era in discussione, anche se lo Spezia si è battuto con grande dignità e ha confermato il suo feeling con la Coppa Italia, dopo la brillante cavalcata della scorsa edizione. Ma la superiorità del Napoli era troppo netta e alla distanza è venuta fuori, nonostante la rinuncia di Sarri addirittura a nove titolari su undici, rispetto alla precedente gara di campionato contro la Sampdoria. Il turn over ha funzionato abbastanza bene, però: permettendo al tecnico di dare un turno di riposo ai suoi big (Reina, Hamsik, Mertens…) e di fare spazio alle seconde linee, che a loro volta ne hanno approfittato per mettersi in evidenza. I 22 mila coraggiosi che hanno sfidato il freddo del San Paolo, infatti, hanno finalmente potuto vedere all’opera molti dei giocatori che finora erano rimasti in disparte: alcuni dei quali hanno dimostrato di poter ambire a un ruolo meno secondario durante la seconda fase della stagione.

Ingiudicabile il nuovo acquisto Pavoletti, appena arrivato e in campo solo per una decina di minuti. Ma gli altri ci hanno dato dentro, facendo complessivamente una buona figura. Giaccherini ha segnato un gran bel gol, il primo con la maglia del Napoli, e ha lasciato intendere di non sentirsi di passaggio al San Paolo: anche se per lui non mancano le richieste sul mercato. Promettente pure il debutto tra i titolari del giovane croato Marko Rog, che ha strappato applausi per uno splendido assist e ha mostrato qualche sprazzo delle sue doti tecniche. Zielinski e Diawara sono invece già entrati a pieno regime nelle rotazioni di Sarri e possono essere considerati il dodicesimo e tredicesimo uomo del gruppo azzurro, che continua a arricchirsi gara dopo gara di nuovi protagonisti.

Contro la Sampdoria in campionato era stato decisivo Tonelli, in Coppa hanno dato il loro contributo pure Maggio e Maksimovic, oltre all’ormai partente Gabbiadini. La sua cessione, dopo le tre reti segnate nelle ultime tre partite, rischia di alimentare qualche rimpianto. In attacco, però, ci saranno presto dei problemi di abbondanza, visto che domani a Roma dovrebbe avere il via libera per il ritorno in gruppo il polacco Milik, atteso dall’ultima visita di controllo al ginocchio dopo il grave infortunio di inizio ottobre.

Sarri spera di riavere presto il Napoli al gran completo, anche se Ghoulam, Koulibaly ed El Kaddouri sono precettati per tutto il mese di gennaio in Coppa d’Africa. Ma d’ora in poi gli azzurri saranno impegnati su tre fronti e sarà fondamentale sfruttare al meglio la ricchezza dell’organico. Domenica arriva al Pescara al San Paolo ed è scontato il rientro dei big. Il campionato, in attesa della doppia sfida con il Real Madrid, rimane l’obiettivo più importante. 

ssc napoli

calcio
coppa italia
Protagonisti:
Maurizio Sarri

Fonte: Repubblica

Commenti