Sassuolo, Di Francesco per la svolta: ”Col Palermo non si può sbagliare”

Sassuolo, Di Francesco per la svolta: ''Col Palermo non si può sbagliare''Eusebio Di Francesco (agf) SASSUOLO – Chiuso un girone di andata non esaltante, il Sassuolo cerca la risalita in classifica già domenica al Mapei stadium di Reggio Emila dove arriverà il Palermo terz’ultimo in classifica e alla disperata ricerca di punti salvezza. Una vittoria siciliana potrebbe compromettere seriamente la classifica dei neroverdi che a quel punto verrebbero coinvolti definitivamente nella lotta per non retrocedere. Eusebio Di Francesco, ospite dello stand ‘Ferrante’ alla kermesse di moda di ‘Pitti immagine’ in corso a Firenze, però, si concentra solo sulla sua squadra. “Quella di domenica con il Palermo è una partita importantissima per noi, perché potrebbe darci un po’ di tranquillità e la possibilità di svoltare. È un periodo un po’ difficile, particolare, in cui abbiamo avuto tante situazioni complicate e tanti infortuni. Ci auguriamo di poterne venire fuori al meglio in una partita molto delicata, perché non dico che il Palermo sia all’ultima spiaggia, ma per loro è fondamentale portare a casa dei punti”.

RECUPERO INFORTUNATI SARÀ FONDAMENTALE – “Noi stiamo recuperando giocatori che non sono al meglio, non al top, questo ci permetterà di fare un girone di ritorno migliore – ha aggiunto l’allenatore neroverde -. Berardi non è ancora nella condizione ottimale per poter giocare 90 minuti, ma valuteremo il suo stato fisico partita dopo partita”. Guardando in generale al campionato, Di Francesco sottolinea: “ci sono tanti bravi giocatori italiani in questo momento, Gagliardini è l’ultimo di questa nidiata. L’importante è che noi allenatori, ma anche società, tifosi e organi di stampa gli diano fiducia”. Di Francesco parla anche di un suo ex allievo, Simone Zaza, in questo momento in difficoltà. “L’esperienza in Inghilterra gli ha permesso di crescere anche se non è stata positiva, ritengo che sia un ottimo calciatore. Ha bisogno di avere grande considerazione per far bene, ha bisogno di sentirsi importante”.

SVILUPPARE IL MADE IN ITALY – Tornando al “made in Italy” del nostro calcio, Di Francesco sottolinea: “Stiamo crescendo da questo punto di vista, ci sono tante società, non solo il Sassuolo, che investe sui giovani italiani – ha concluso il tecnico -. Adesso si parla tantissimo del Milan che sta cercando di valorizzare più italiani possibili, ritengo che sia un aspetto positivo e come allenatore non può che farmi piacere. In Italia dobbiamo prima di tutto migliorare dal punto di vista delle strutture. Quando non c’è qualità delle strutture, non c’è qualità nel lavoro. In questo dobbiamo ancora migliorare e crescere. Il calcio cinese? So chi allena lì, ma conosco meno il nome delle squadre. I cinesi vogliono dimostrare di essere potenzialmente forti. Sarà difficile per loro far crescere fin da subito il loro calcio, ma ho visto che i loro club hanno fatto offerte impressionanti, impensabili, assurde, inadeguate per la cultura calcistica”.

sassuolo calcio

serie A
calcio
Protagonisti:
eusebio di francesco

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 271 volte