Il Cagliari detta legge, Genoa travolto 4-1

Cagliari in festa: dopo la sconfitta contro il Milan si rialza battendo in casa il Genoa 4-1

CAGLIARI-GENOA 4-1
29′ Simeone (G), 40′  e 60′ Borriello (C), 44′  Joao Pedro (C) , 70′ rig. Farias (C)

La domenica della 20esima giornata di Serie A si apre a Cagliari: reduci dalla beffa nell’ultima giornata contro il Milan (puniti da Bacca a San Siro all’88’) i sardi puntano rialzarsi contro il Genoa, ricominciando a macinare punti dopo aver vinto sei delle nove partite giocate in casa in campionato. Di fronte a loro c’è la squadra di Juric, chiamata invece a interrompere la scia negativa di tre sconfitte consecutive. Tra gli osservati speciali attenzione all’ex Borriello e a Cataldi, ultimo arrivato a Genova.

Borriello uomo in più – Ritmi alti fin da subito: a farsi avanti al 7′ è il Cagliari, prima con l’inserimento di Joao Pedro (in campo dal 1′, fuori Sau), 2′ dopo con il destro di Farias. Il Genoa piano piano però cresce, e al 29′ centra il bersaglio con il colpo di testa di Simeone, che finalizza un contropiede perfetto dopo una bella combinazione Cataldi-Edenilson. Il Cagliari sbanda per almeno 10′ ma a sorpresa, proprio nel momento di maggior difficoltà, grazie a uno dei suoi giocatori principali cambia volto alla partita. Sinistro di Tachtsidis, Lamanna non trattiene e Borriello (al sesto gol contro il Genoa) non perdona: il match torna in equilibrio. Nel finale del primo tempo il Cagliari chiude in bellezza la rimonta: Borriello centra il palo di testa, la palla arriva tra i piedi di Joao Pedro, che firma il 2-1.

Cagliari travolgente – Come nel primo tempo il Genoa parte bene: il solito Simeone si inventa una rovesciata nell’area avversaria che finisce fuori di poco, ma anche questa voltà è solo un’illusione. Il Cagliari, infatti, nell’arco di 5′ dilaga. Lamanna al 15′ si supera due volte su Joao Pedro prima di arrendersi a Borriello, che sale a dieci gol in campionato, 5′ dopo il portiere del Genoa atterra Murru e Farias dal dischetto non sbaglia. Il Genoa scompare: incapace di reagire perde del tutto compattezza e si consegna al Cagliari, che a 10′ dalla fine resta in 10 per l’espulsione di Capuano. Il risultato negli ultimi minuti non cambia: i sardi salgono a 26 punti in classifica staccando proprio la squadra di Juric, che incassa la quarta sconfitta consecutiva.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 256 volte