Pescara, maglie del Vicenza per il gemellaggio

La squadra del Pescara in biancorosso in onore del gemellaggio col Vicenza (LaPresse)

Esistono gemellaggi e gemellaggi. Vari tipi: ci sono quelli che durano qualchen anno, altri ancora che durano lo spazio di una gara. Altri destinati a durare nel tempo, forse ancora lì dopo decenni. Altri, invece, sono decisamente storici, come quello tra Vicenza e Pescara: semplicemente il più antico d’Italia. In occasione della gara partita di recupero contro la Fiorentina di Sousa, infatti, i ragazzi di Oddo sono scesi in campo proprio con la maglia biancorossa. Quella del vicenza, come comunicato dall’accout Twitter della squadra veneta. Un bel gesto, un grande simbolo di amicizia che dura da diversi anni. Precisamente dal gennaio del 1977 (quarant’anni giusti giusti). Solido, costante, unico. Destinato a durare.

Come nasce il gemellaggio – Tanto tempo fa, l’abbiamo detto. Quando oltre tremila tifosi del Pescara invasero Vicenza. L’amicizia nacque in quell’occasione lì, con il Pescara pronta a vincere in trasferta. Tuttavia, nonostante la delusione per la sconfitta della propria squadra, i sostenitori vicentini salutarono l’uscita dallo stadio dei nostri pescaresi con un clamoroso e sincero applauso. Bel gesto. E così anche nella gara di ritorno i sostenitori biancorossi furono accolti calorosamente dai pescaresi, ricambiando l’ospitalità ricevuta. Al termine del campionato, infine, le due tifoserie festeggiarono inisieme le promozioni delle rispettive squadre in categorie superiori. L’ anno successivo, grazie agli accordi presi dai capi ultras, ci fu il gemellaggio ufficiale, avvenuto in occasione della gara Vicenza – Pescara (stagione 1977/1978) quando nel prepartita Ciro – capo dei Rangers – e Moreno – leader degli ultras biancorossi – si scambiarono le sciarpe a centrocampo. Il gemellaggio è tratto. 

Fonte: SkySport

Commenti