Giampiero Gasperini: “A Napoli per fare il nostro gioco. Quella di Sarri è una bella storia”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giampiero Gasperini, allenatore dell’Atalanta

“Mi aspettavo il Napoli così alto in classifica, per noi invece, è una novità. I nostri ragazzi sono stati fin qui straordinari e meritano di giocarsi questa partita in un grande ambiente importante come quello azzurro. Non abbiamo le ambiziosi del Napoli, ma sarà bello. E’ per me ogni volta una sorpresa raggiungere certi traguardi, sarà importante però mantenerli fino a fine campionato affinché valgano.

E’ una bella storia quella di Sarri: ha fatto tanta gavetta ed è sempre stato apprezzato, ma c’era sempre un punto interrogativo su come potesse fare in una grande squadra. Lui ha dimostrato che col lavoro e la capacità si può arrivare lontano ed è giusto godere di tutto ciò.

E’ un momento decisivo per tutte le formazioni perché tra febbraio e marzo le partite valgono qualcosa in più giacche danno verdetti. Per il Napoli non conterà molto la partita con l’Atalanta, ma certamente di più quella col Real Madrid che è da dentro o fuori, poi ci saranno quegli scontri con Roma e Juventus che valgono la vetta della classifica.

L’obiettivo dell’Atalanta? Non abbiamo la pressione che hanno altre squadre che concorrono con noi per arrivare in Europa. Non nascondiamo la nostra voglia, ma conosciamo il valore degli avversari e dovremo dimostrare se saremo capaci di giocarcela fino in fondo. La cosa migliore è vivere il presente senza pensare troppo al futuro.

Napoli-Atalanta? Anche all’andata il Napoli arrivava da una vittoria importante con il Benfica, aveva Milik per cui non fu semplice, ma adesso arriva la resa dei conti. Ho molta fiducia nel Napoli in Champions: il 3-1 non è favorevole, ma lascia aperta la porta dell’impresa che sarebbe straordinaria. Al di là delle motivazioni, spero che gli azzurri siano distratti da questa opportunità che dovranno giocarsi col Real.

Gomez sta vivendo il suo miglior campionato non tanto per il numero dei gol segnati o per gli assist forniti ma per il contributo di presenza che sta dando, in campo e negli spogliatoi. E’ uno di quei giocatori che tutti vorrebbero e che pochi hanno. Conti ha avuto un’evoluzione importantissima, sa fare bene le due fasi ed è giovane.

Contro il Napoli proveremo a fare al meglio il nostro gioco. Se sarà il miglior Napoli, dovremo essere bravi a difenderci al meglio per poi essere pronti e capaci per sfruttare al meglio le nostre caratteristiche. Giocheremo con la massima attenzione, ma non snatureremo il nostro gioco che ci ha portato fin qui”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti

Questo articolo è stato letto 764 volte