Inter, che fatica contro le grandi: troppe batoste con le prime tre

Inter, che fatica contro le grandi: troppe batoste con le prime treMedel stende Dzeko in area di rigore (agf) MILANO – La Roma è stata più forte dell’Inter. Stop. E’ questa la sostanza del Pioli pensiero. Un’idea che a 24 ore di distanza dal match non è mutata. Ieri, poco dopo la gara contro i giallorossi il tecnico aveva sottolineato: “Loro sono stati più efficaci di noi, più cinici sfruttando le occasioni da gol avute. Sono stati migliori e chirurgici”, e ancora: “Probabilmente hanno difeso anche meglio”. Affermazioni, quelle dell’allenatore, che restano salde anche oggi e in sintonia con i vertici della società nerazzurra. I dirigenti, dal canto loro, non stanno facendo drammi per il kappaò. Questo non sta a significare che il tema sarà trattato con superficialità, vuol dire che alla sconfitta si sta dando il giusto peso. 

Certo, in questo momento in casa Inter l’aria non è quella dei giorni migliori. Nonostante tutto si guarda avanti. Ieri, a fine serata, Pioli senza cercare alibi per la batosta ricevuta ha inviato un messaggio al gruppo. Il tecnico ha chiesto ai suoi di rialzarsi e fare tesoro degli errori commessi contro i giallorossi. Parole che l’allenatore ripeterà ai suoi anche nei prossimi giorni in vista della gara contro il Cagliari in trasferta. La delusione che resta è quella data dalla consapevolezza di non aver giocato bene a causa di qualche elemento non al meglio (Kondogbia, Perisic e Brozovic) o assente (Miranda), al contempo, però, c’è la cognizione che il cammino fatto fino ad oggi non è da buttare, malgrado contro tre grandi, Napoli, Juventus e Roma, i nerazzurri abbiano fallito. 
 
Intanto, a conforto che il lavoro fatto da Pioli non è da cancellare in toto ci sono i numeri dei due centrocampo a confronto. Prendendo in considerazioni numero e percentuale di passaggi, duelli vinti e palloni recuperati, non sembra esserci una grande differenza tra i due reparti (questo non cambia il fatto che la Roma sia stata più forte). Numero di passaggi effettuati: Inter 171, Roma 168, (79,8% – 74,8%), duelli vinti 23 (Inter) 21 (Roma), palloni recuperati 34 (Inter) 31 (Roma). Nelle statistiche individuali, 20 sono i palloni recuperati da Kondogbia, 11 da Gagliardini, per un totale di 31 su 34 totali, mentre in casa dei giallorossi, c’è una nota di merito per Nainggolan con 11 palle recuperate. Gagliardini prevale fra tutti per duelli vinti (10) e precisione nei passaggi (82,8%). Proprio il giovane centrocampista attraverso i suoi profili social lancia un monito ai compagni: “Ci sono ancora 12 gare da giocare con la consapevolezza che siamo un grande gruppo”

inter fc

serie A
Protagonisti:
Stefano Pioli

Fonte: Repubblica

Commenti