Maradona, nessun ruolo nel Napoli, promuoverà il calcio cinese

Poteva tornare al Napoli, Diego Armando Maradona. Una stretta di mano con il patron Aurelio De Laurentiis per rafforzare quell’amore nato da giocatore nel 1984 e proseguito fino al 1991. Dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria, qualcuno in Maradona ci aveva sperato. La proposta: un ruolo da ambasciatore degli azzurri nel mondo. E invece in pochi giorni tutto è cambiato. C’è di mezzo ancora la Cina del pallone:Diego vola in Oriente, farà lì il promotore di un calcio ancora sconosciuto. In realtà se ne parlava da giorni: Maradona è pronto ad andare in Cina. L’avvocato del Diez ha lavorato sotto traccia sulla base di un’offerta milionaria. Il Pibe ha detto sì, ciao Napoli. Avrà un ruolo prettamente diplomatico: insegnare e promuovere il calcio nel Paese, dove già da qualche anno si è investito molto a livelli giovanili, scuole calcio, e soprattutto grandi campioni che oggi giocano nella Chinese Super League. L’ufficialità è arrivata tramite un messaggio su Facebook proprio del calciatore argentino, con i sentiti ringraziamenti alla signora Tanq Quinghui, presidente della Maradona International Brand Management di Pechino. E il Napoli? Rimarrà l’amore di una vita. Ma per ora nessun ritorno, nemmeno come uomo immagine.

Fonte: Foxsports.it
Commenti

Questo articolo è stato letto 1083 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!