Juventus, il Barça: ”Dybala? Saremo attenti e preparati”. In cinque rientrano in anticipo per la sfida con il Napoli

Juventus, il Barça: ''Dybala? Saremo attenti e preparati''. In cinque rientrano in anticipo per la sfida con il NapoliPjanic (lapresse) TORINO – Il primo round simbolico di Napoli-Juve è andato a Maurizio Sarri, che si è aggiudicato la Panchina d’Oro 2016 con 25 voti sui 61 totali, precedendo il collega nonché suo prossimo rivale Massimiliano Allegri (22 voti) ed Eusebio Di Francesco (7 voti). “E’ una gratificazione personale fortissima, per una volta sono arrivato davanti a Max”, ha detto il tecnico in tuta, che ha così interrotto quattro anni di egemonia bianconera, tra il trienno di Conte e l’ultima edizione vinta appunto da Allegri.

CONTROESODO JUVE, DA MARTEDI’ SETTE TITOLARI A VINOVO – Ma Napoli-Juve si gioca anche sui rientri dei nazionali delle due prossime avversarie. Al momento i partenopei sono in vantaggio 2-0, avendo già dato il bentornato a Reina e Koulibaly, liberati da Spagna e Senegal. Martedì, alla ripresa dopo un giorno di riposo, Allegri potrà allenare ben sette titolari, compresi Chiellini e Alex Sandro, non convocati da Italia e Brasile. Il tecnico livornese riavrà infatti ben cinque nazionali in anticipo rispetto ai piani iniziali: Barzagli, Mandzukic, Pjanic, Higuain e Dani Alves, rispettivamente congedati, con buona pace dei soliti sospetti di favoritisimi ai bianconeri, da Italia, Croazia, Bosnia e, causa squalifiche, da Argentina e Brasile. Martedì a Vinovo si rivedrà anche Lichtsteiner, mentre mercoledì sarà la volta di Khedira e degli altri azzurri (Buffon, Bonucci e Rugani) e del croato Pjaca, domani rispettivamente impegnati contro Olanda e Ucraina. Il controesodo dei nazionali bianconeri sarà completato giovedì, quando si rivedranno anche i sudamericani Rincon, Cuadrado e il fisicamente recuperato Dybala, martedì attesi da Cile-Venezuela, Ecuador-Colombia e Bolivia-Argentina.

DS BARCELLONA: “DYBALA? SAREMO PREPARATI E ATTENTI” – La Joya continua a far parlare di sé anche in chiave mercato. Vinto il ballottaggio con Griezmann, è lui il primo obiettivo del Barcellona per puntellare il tridente Messi-Suarez-Neymar. Non ne fa un mistero il ds blaugrana Robert Fernandez, intervistato dal Mundo Deportivo: “Dybala? Il Barcellona sarà attento e preparato, ma sempre tenendo conto di quello che ha già in casa”. E’ bene che sia attenta e preparata anche la Juve, chiamata ad accelerare le pratiche di un rinnovo fino al 2021 che, nonostante le continue rassicurazioni degli addetti ai lavori, slitta ormai da novembre. A proposito di grandi trattative tra Italia e Spagna, a detta dello stesso Mundo Deportivo la Juve avrebbe 65 milioni di euromotivi per riportare a Torino Morata, pedinato anche dal Chelsea.

JUVE-BARÇA ANCHE PER VERRATTI, MA IL PSG… – Ma Barcellona e Juventus, oltre a un posto nelle semifinali di Champions, potrebbero contendersi anche il talento di Verratti, pronto a intavolare le pratiche di divorzio dal Psg per sposare la Liga (Real o Barça), la Bundesliga (Bayern) oppure quella Serie A (Juve o Inter) in cui non ha mai giocato. Per i due club non sarà comunque facile trattare con i parigini, che versano ben 7,5 milioni a stagione al playmaker abruzzese. Se per i bianconeri potrebbe pesare lo scippo di Coman a costo zero fatto al Psg nel 2014, i blaugrana sono già stati respinti l’estate scorsa: “Vi ricordate cosa accadde con Thiago Silva? Il Psg non vuole trattare con noi”, aggiunge il ds Fernandez. Che poi prende tempo per annunciare il successore di Luis Enrique sulla panchina catalana: “Non si è ancora deciso perché al momento è più importante rimanere concentrati sugli obiettivi del presente”. La priorità, ora, si chiama triplete. A Barcellona come a Torino.

juventus

serie A
Protagonisti:
massimiliano allegri

Fonte: Repubblica

Commenti