Gli interventi di Francesca Benvenuti, Tommaso Labate, Pierluigi Pardo, Francesco De Luca, Clementino, Ciro Venerato e Maurizio Pistocchi a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuta Francesca Benvenuti, giornalista

“Il paragone sembrerà ingeneroso, ma l’ingresso in campo della Juventus e l’impatto acustico del San Paolo a livello di emozione mi ha provocato una sensazione simile a quella di Champions League. L’accoglienza per Higuain è stata tremenda e sono certo che lui l’abbia patita, al di là di quello che ci vengono a raccontare. Il Napoli ha disputato una bellissima partita e non aver vinto significa aver perso un’occasione. Certo, è un punto importante visto che è arrivato contro la Juve, ma se guardiamo la partita, il Napoli meritava di vincere. 

Il primo giocatore che Sarri ha mandato a riscaldare nella ripresa è stato Zielinski, poi Hamsik ha chiesto il campo per un affaticamento e quindi difficilmente vedremo un Napoli diverso primo dell’ora di gioco”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Tommaso Labate, giornalista

“Sarebbe ingiusto fare il processo al gioco della Juve che ha incontrato il miglior attacco della serie A in una cornice di pubblico che ha impressionato. La Juve aveva un obiettivo che ha portato a termine, ma il Napoli deve avere fiducia perché il vantaggio della Roma si può colmare.

Sul trasferimento di Higuain ho un’idea ben chiara perché ad oggi, l’affare lo ha fatto il Napoli che ha incassato una bella cifra e si è pure rinforzato. La Juventus invece, avrà vinto solo se riuscità portare a casa la Champions, altrimenti aver speso tutti quei soldi per un solo calciatore sarebbe stato inutile anche perché avrebbe raggiunto gli stessi obiettivi anche senza il Pipita”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“Il Napoli ha dimostrato anche ieri di essere una bella realtà del nostro calcio. Anche col Real ho visto belle cose del Napoli, ma una grande squadra che vuole vincere deve concentrarsi anche sulle cose che non vanno. Ieri il Napoli poteva vincerla, ma il risultato e alcuni elementi ancora negativi mi portano a dire che questa squadra può ancora migliorare. Non mi è sfuggita la prestazione molto buona e a tratti trascinante per cui si può guardare al futuro con ottimismo, ma bisogna anche migliorare. 

Quando un giocatore lascia il Napoli per andare alla Juve e scherza con una rivalità per scelta, ci sta, ma poi deve prendersi il rischio di essere fischiato. Non ero preoccupato del comportamento dei napoletani, non avevo nessun dubbio”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco De Luca, capo dei servizi sportivi del Mattino

“Sapevamo che ci sarebbero stati i fischi indirizzati ad Higuain e che Napoli avesse risposto con calore e sostegno per la propria squadra. Tutto ciò dovrà ripetersi in Coppa Italia perché il Napoli avrà bisogno di tutto il suo pubblico per provare a battere la Juve. 

Il Napoli ieri si è comportato benissimo, ha commesso un errore in cui la Juve è stata spietata, ma gli azzurri hanno rischiato di vincere seriamente questa partita. Allegri sta provando a dosare le forze portando a casa il risultato senza affaticare troppo la squadra in vista del Barcellona. 

Nel momento più delicato della stagione il Napoli ha ritrovato il miglior Insigne che è diventato un punto di forza anche per la Nazionale italiana”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Clementino, rapper napoletano 

“La Juventus ieri si è salvata e quel palo colpito da Mertens del San Paolo sta ancora tremando. E’ stata una grandissima emozione vivere Napoli-Juve. Il telecronista ieri poteva anche evitare di citare Higuain perché quando toccava la palla, c’erano i fischi che facevano capire chi la stava giocando”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Spero che sempre più allenatori copino Sarri così da permettere alle proprie squadre di costruire gioco e non difendersi solo. Mi piace vincere divertendo e non speculando. Alla Juve invece prevale la ragion di stato perché a Napoli non doveva perdere e vista anche l’assenza di qualche giocatore, Allegri ha fatto il gioco che mi aspettavo facesse. Immaginavo una Juventus difensiva che ha limitato i danni. 

Il Napoli rappresenta Napoli perché il napoletano è spettacolare e fantasioso e quel modo di giocare della squadra rappresenta la città a differenza di Torino che è città pragmatica in cui contano i numeri e la Juventus si è adeguata. 

Ghoulam non è più fresco e visto che Strinic stava meglio è stato giusto schierarlo”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista

“Napoli-Juve? C’è stato solo il Napoli che ha giocato ed ha costruito tantissimo come dimostrano i numeri. Qualche imprecisione di troppo in fase conclusiva ha influito sul risultato e il solito errore conclusivo ha portato la Juve in vantaggio. La mentalità delle due squadre è completamente diversa e la forza della Juventus sta in difesa perché si difende come una piccola squadra mentre il Napoli rischia di più e credo che solo questo calcio po’ portare a delle soddisfazioni. 

L’obiettivo della Juventus è la Champions League, altrimenti il club non avrebbe speso tanti soldi per comprare un attaccante come Higuain. Spero per la Juve che al San Paolo ieri non abbia fatto le prove per la partita col Barcellona”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti

Questo articolo è stato letto 1133 volte