Sla, Mauro: “Da Figc e Lega nessun contributo alla ricerca”

Sla, Mauro: "Da Figc e Lega nessun contributo alla ricerca"Massimo Mauro, presidente dell’Aisla  ROMA – Massimo Mauro ammonisce i vertici del calcio italiano. Il presidente dell’Aisla, Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, ha manifestato il suo dissenso per la mancanza di appoggio di Figc e Lega nella ricerca sulla Sla: “Il mondo del calcio continua ad essere latitante nonostante viva di cifre astronomiche e di un seguito a livello di comunicazione senza pari. La Lega e la Federazione non hanno dato un euro di contributo alla ricerca, dimenticando calciatori come Borgonovo, Signorini, Rognoni, Lombardi”, ha dichiarato a margine della firma di un accordo con la Fibs (Federazione italiana baseball softball) nella sede del Coni di Milano.

I maggiori finanziamenti arrivano da altri canali: “I privati garantiscono un milione di euro all’anno alla ricerca sulla Sla. Non siamo riusciti – aggiunge – a farci ascoltare nel mondo del calcio. Pensate che, se le squadre di Serie A e Serie B riuscissero a dare dai 10mila ai 20mila euro all’anno a testa, da solo il mondo del calcio farebbe quanto tutto l’impegno privato. Io vengo da questa realtà, che mi ha dato tantissimo e continua a ringrazia, ma molto spesso non merita il palcoscenico che ha ogni giorno”. In conclusione Mauro ha voluto rivolgere un ringraziamento alla Fibs, che pur disponendo di risorse inferiori di Federcalcio e Lega ha deciso di dare affiancare Mauro e l’Aisla: “Dovete essere orgogliosi di quello che avete fatto”, ha concluso rivolgendosi ad Andrea Marcon, presidente della Federazione baseball e softball.

sla

aisla
calcio
figc
Lega calcio
Protagonisti:
massimo mauro

Fonte: Repubblica

Commenti