Cesena, Camplone: “Con il Pisa sarà una lotta”

Andrea Camplone, allenatore del Cesena (cesenacalcio.it)

L’allenatore bianconero verso la sfida decisiva di Pisa: “Ci vorrà la rabbia giusta, veniamo da due pareggi immeritati: la squadra è viva”. Sull’avversaria: “Sanno sfruttare al meglio le ripartenze, l’approccio sarà fondamentale”

Pari beffardo con il Frosinone, a cui si è sommato uno immeritato contro il Brescia: il Cesena deve ripartire, con l’obiettivo di allontanarsi dalla zona più calda della classifica di Serie B. Andrea Camplone lo sa, ed è anche cosciente che la sfida contro il Pisa può essere già decisiva in funzione salvezza:  “Sabato ci vorrà la rabbia giusta, quella ci deve sempre essere”, ha detto l’allenatore bianconero in conferenza stampa. “Soprattutto dopo aver raccolto soli due punti nelle ultime due gare casalinghe: in entrambi i casi avremmo oltretutto meritato la vittoria. È importante inoltre avere anche quella convinzione nei nostri mezzi che può permetterci di uscire da questa situazione”.

Contro il Pisa, all’Arena Garibaldi, sarà un match fondamentale per la stagione: “Nel doppio turno casalingo abbiamo disputato una prestazione e mezza come si deve – ha continuato Camplone – dobbiamo solamente limare quelle sbavature che ci portano a subire dei gol evitabili. La squadra è viva e proprio per questo dobbiamo crederci fino in fondo, domani sarà una partita particolare, contro un avversario tosto, quadrato, capace di subire pochi gol; sarà uno scontro diretto importante e da non sottovalutare”. Sulla gara: “Il Pisa è una squadra attendista che si chiude bene in difesa e cerca di sfruttare al meglio le ripartenze con la velocità dei propri attaccanti. Mi immagino un match spigoloso ed equilibrato, ci sarà da lottare ma ci faremo trovare pronti per affrontare questo genere di partite”. Pisa a fondo classifica, ma squadra solida: “L’approccio è fondamentale e dovrà essere simile a quello visto contro il Frosinone, per intenderci. Se poi avremo la fortuna di passare in vantaggio non dobbiamo commettere l’errore di concedergli metri di campo. Come detto, mi aspetto un match poco bello da vedere ma sicuramente combattuto e sofferto fino all’ultimo”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 187 volte