Empoli, Martusciello: “Pescara? Gara determinante”

Giovanni Martusciello, Empoli (Getty)

Tre punti in palio che assumono un significato davvero speciale, perché dopo la striscia di sconfitte consecutive adesso l’Empoli è chiamato a reagire, iniziando proprio dallo scontro diretto contro il Pescara in programma sabato pomeriggio al Castellani. Appuntamento da non fallire, come precisa in conferenza stampa l’allenatore della formazione toscana Giovanni Martusciello: “E’ una gara importante che può determinare il campionato, come lo saranno le sette che seguiranno. Abbiamo un’opportunità, dobbiamo cercare di sfruttarla e di fare nostri i tre punti con la serenità di sempre. Dall’Olimpico ci siamo portati la convinzione che se si ragiona possiamo portare a casa l’obiettivo. Abbiamo le capacità per giocarcela contro tutti, abbiamo differenze fisiche e strutturali che dobbiamo superare con quel qualcosa in più, serve la capacità di reazione nei momenti difficili, una reazione come quella avuta contro il Napoli. Dovremo metterci l’attenzione e il giusto impegno mentale, dobbiamo controllare anche i dettagli ed eliminare quegli errori che ultimamente ci hanno penalizzato”.

Martusciello che presenta così la sfida con il Pescara: “Affrontiamo una buona squadra, non hanno niente in meno di noi. Il 4-0 dell’andata è stato bugiardo. Il Pescara è una squadra che ha una certa idea di gioco. Sarà una gara difficile. Loro sono una squadra aggressiva che vive sugli errori avversari, noi non dobbiamo commetterne, perché loro sono bravi a capovolgere la situazione”. Capitolo formazione, queste alcune indicazioni fornite da Martusciello nel corso della conferenza stampa: “Non credo che Mchedlidze giochi dal primo minuto. Si è allenato bene, ma ancora non ha la durata nell’arco dei 90 minuti. Parlerò con lui ma non credo che partirà titolare. Krunic sta meglio, vediamo se sta bene anche domani. Il regista? Non ho dubbi, giocherà Buchel. In difesa devo ancora decidere, contro la Roma Bellusci è stato fuori per un problema fisico, devo ancora scegliere. Thiam e Mchedlidze possono giocare insieme? Sì, uno è più dinamico, l’altro più statico, però possono dare una grande mano a una squadra come la nostra che non ha tanti chili e centimetri”, ha concluso Martusciello.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 50 volte