Sampdoria, individuale per Barreto e Viviano

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (LaPresse)

Allenamento a gruppi

Per arrivare al 100% alla sfida in programma sabato sera contro il Torino, la Sampdoria continua con il suo programma di allenamenti. Anche oggi i blucerchaiti si sono ritrovati sui campi del Mugnaini di Bogliasco per la sessione programmata. Continua così a gruppi l’avvicinamento alla sfida contro la squadra dell’ex Mihajlovic, Marco Giampaolo ha diviso i suoi calciatori in gruppi: i giocatori – rinforzati dai Primavera Ibourahima Balde, Denis Baumgartner, Jacopo Cioce, Maxime Leverbe, Alex Pastor, Andrea Tessiore e Michal Tomic – si sono divisi tra esercitazioni tecnico-tattiche a reparti sul prato principale e lavori di forza in palestra. Situazione infermeria: come informa il sito ufficiale del club ligure Edgar Barreto ed Emiliano Viviano sono stati sottoposti a sedute individuali; Luis Muriel e Jacopo Sala hanno proseguito sul campo i rispettivi programmi di recupero agonistico. Dal pomeriggio di domani, giovedì, le porte del centro sportivo resteranno chiuse per preparare anche gli aspetti tattici in vista della partita di Torino.

Giampaolo si racconta

Si avvicina così la fine della stagione ma sulle pagine di Tuttosport l’allenatore della Samp Giampaolo ripercorre la sua stagione, che ora vede la sua squadra a 45 punti in classifica. “La scorsa estate ero a casa con la giusta serenità di aver fatto un ottimo campionato in Toscana, pensavo che qualcosa prima o poi si potesse concretizzare – ha raccontato – la Samp, con Osti, è stato la prima a chiamarmi, a due-tre giornate dalla fine: se va via Montella… E’ una bella società, squadra e tifoseria, un privilegio allenarla. Ho trovato disponibilità verso il mio lavoro. So che il prossimo anno devo migliorare questo campionato che è stato bellissimo: abbiamo battuto la Roma, il Milan in trasferta, due volte l’Inter. Poi i derby, un’atmosfera straordinaria, specie quando vinci e noi lo abbiamo fatto due volte. Abbiamo sconfitto il Torino in casa. Speriamo di batterlo di nuovo sabato. Per i tifosi della Samp è una partita speciale, la vivono come un derby”.

“Schick, miglioramenti straordinari”

Parlando poi dei suoi giocatori il tecnico aggiunge: “Quagliarella ha dato serietà professionale nel lavoro, fortificata da esperienza in grandi club. Ha portato affidabilità, gol, una leadership tecnica e carismatica. Muriel? Quando sono arrivato me l’avevano dipinto come uno anarchico, indolente. Grandi qualità e poco spirito di sacrificio. Oggi posso dire che è tutto il contrario, anche in questa fase che sta lavorando per rientrare. Schick? E’ arrivato che era ancora un giovane calciatore, ora ha acquisito la struttura del calciatore serio. Si vedeva che era bravo tecnicamente, pur se in modo ludico, fino a se stesso. Ha fatto miglioramenti straordinari. Vale una big? I numeri parlano per lui, 10 gol. Il suo obiettivo ora è trovare la continuità”.

Fonte: SkySport

Commenti