Gli interventi di Antonio Di Gennaro, Oscar Damiani, Francesco De Luca, Carlo Jacomuzzi, Vincenzo Morabito, Alessandro Gamberini, Gianfranco Zola e Ciro Venerato a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Antonio Di Gennaro, ex calciatore

“Il nostro campionato è competitivo e a questo punto la Juventus sta cercando di gestire il vantaggio su Roma e Napoli. La squadra giallorossa cambierà in prospettiva mentre il Napoli ha battuto ogni record e si sta avvicinando molto alla Juventus. Dal punto di vista della qualità, la squadra azzurra esprime il calcio più bello e non so quando vincerà, ma in campionato con una Juve così diventa difficile. 

Il centrocampo e l’attacco del Napoli credo che in prospettiva possano migliorare già con la rosa attuale che è fatta di giovani già bravi e che cresceranno, è in difesa che servono calciatori di un livello superiore”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Oscar Damiani, ex calciatore

“La critica ha sbagliato tutto quando ha detto che il campionato era già finito perché a due partite dalla fine è ancora tutto in gioco e questo è il bello del calcio italiano che è sempre molto equilibrato e difficile. E’ vero che la Juve ha un vantaggio sulla seconda, ma adesso deve battere il Crotone con due finali alle porte. 

Sono convinto che Sarri resterà a Napoli perché De Laurentiis è una persona intelligente. 

Ghoulam credo abbia cambiato parecchi agenti in questi anni, ma siccome guadagna poco credo sia giusto ridiscutere il contratto. Di pretendenti non credo ce ne siano tanti per cui restare a Napoli credo sia una soluzione più che valida per il calciatore”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco De Luca

“Il Napoli non farebbe mai un’operazione in stile Juventus con Higuain, non spenderà mai 90 milioni per un giocatore, ma bisogna prendere atto della situazione attuale di classifica e dello scarto attuale tra prima e terza in classifica. Questo distacco con la Juventus si sta colmando ed è vero che il mercato è sempre aperto, ma i profili sono sempre quelli di giocatori giovani che possano entrare in un contesto già buono così come stanno facendo Zielinski e Rog. 

L’offerta del Chelsea per Koulibaly arrivata nella scorsa estate non ha fatto tremare i polsi al Napoli che ha venduto 90 milioni Higuain, ma se il Chelsea quest’anno o un’altra squadra si farà avanti con un’offerta irrinunciabile, credo che il club azzurro la valuterà”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Carlo Jacomuzzi, osservatore dell’Everton

“La coppa Uefa è stato un traguardo incredibile e lo raggiungemmo perché c’era grande coesione tra squadra, pubblico e stampa. E’ un piacere veder giocare il Napoli attuale, anche domenica mi sono divertito tantissimo. Ero a Torino anche per veder giocare qualche calciatore.

Everton su Mertens? I giocatori bravi non sono ovunque e i valori economici adesso sono saltati alle stelle. 50 milioni sarebbero soldi ben spesi per Mertens che è il calciatore che rende di più e messo vicino a Lukaku farebbe davvero una bella coppia. Non so se questo progetto andrà a buon fine anche perché Lukaku probabilmente non resterà e perché credo che il Napoli terrà Mertens. Non penso che Ghoulam interessi all’Everton, ma se il Napoli vuole crescere, non credo mandi via i migliori. Koulibaly piace a tutti, è maturato e credo che il Napoli lo terrà. 

Il Napoli l’ho visto già 5 o 6 volte, ma non verrò più a vederlo giocare. I miei capi sono in attesa di capire cosa farà Lukaku e poi decideranno la strada da prendere. E’ questione di 2 settimane e poi succederanno tantissime cose”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Vincenzo Morabito, procuratore

“Mertens rinnoverà e questo è un riconoscimento del lavoro di Giuntoli e De Laurentiis. Il presidente del Napoli avrà mille difetti, ma ci mette passione e impegno e il salto di qualità è vicino per cui tenetevelo stretto. 

Ghoulam potrebbe andar via e ci sono diversi club che cercano un calciatore in quella posizione e Conti è più di un obiettivo per il Napoli. 

Credo che il Napoli abbia una lista con diversi giocatori da valutare in sede di mercato e poi toccherà a Sarri e Giuntoli fare una selezione, anche in base ai parametri economici”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alessandro Gamberini, difensore del Chievo

“Stiamo preparando la partita di sabato, la stagione è positiva per il Chievo perché dopo un periodo di flessione, stiamo trovando nuovamente continuità. Il nostro obiettivo è finire bene. Contro la Roma metteremo in campo impegno e professionalità e nonostante sulla carta la squadra giallorossa sia avvantaggiata, se la dovranno sudare. Battere la Roma per me varrebbe doppio. 

Non conosco di persona Sarri, ma ho un debole per lui. Ha creato a Napoli un gruppo di lavoro eccezionale, ha dato u’impronta alla squadra, ha trasferito i suoi principi di gioco e valorizzato al massimo tutti gli interpreti del Napoli che gioca il calcio più bello d’Italia. Mertens è un ragazzo eccezionale, ho un bel rapporto con lui ed è un talento eccezionale. 

Napoli-Fiorentina? Non riesco a dire bugie. A Firenze sono stato 7 anni ed ho vissuto un periodo importante mentre ho giocato solo una stagione col Napoli, ma se devo essere sincero sabato farò il tifo per il Napoli. Mi è bastato un anno per apprezzare una città che mi è rimasta nel cuore e quest’estate infatti farò tappa a Napoli. Il progetto che ha costruito De Laurentiis è vincente e in crescita e credo che la squadra che ha creato potenzialmente nei prossimi anni potrà davvero competere con la Juventus. Il Napoli ha tutte le potenzialità per vincere e questo è merito del presidente che è stato bravissimo”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Gianfranco Zola, ex calciatore

“I primi anni in cui ho smesso di giocare la mancanza del campo è stata tanta e difficile da colmare, ma poi subentrano tanti fattori e fare l’allenatore mi ha aiutato tantissimo. Capisco l’umore di Totti perché non è mai facile vivere un momento di transizione, ma bisogna saper voltare pagina. 

Il calcio inglese è un punto di riferimento perché è il campionato più competitivo in assoluto. Mentre in Spagna o in Germania ma anche in Italia c’è una squadra che domina, in Inghilterra ogni partita ha una storia a se.

La scuola allenatori italiana è sempre stata una delle migliori e anche se il nostro calcio non ricopre più il ruolo di prima, gli allenatori sono sempre preparati. La conoscenza tattica del gioco è il punto di forza degli italiani ed è un vantaggio enorme soprattutto in Inghilterra.

Se fossi un presidente, prenderei subito Sarri come allenatore perché unisce la sapienza tattica al bel gioco. Il Napoli in Europa è una delle squadre che gioca meglio.

I buoni giocatori se li contendono i migliori club per cui solo attraverso il lavoro e la scoperta dei giovani si può crescere, ma bisogna dare del tempo alla società. Il Napoli sta lavorando bene, nel miglior modo possibile. 

Il mio futuro? L’esperienza al Birmingham City è stata negativa, ho imparato la lezione e devo crescere da qui. Toccherà a me metabolizzare il tutto e ripartire”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Il Napoli fa sapere che l’Everton non ha chiesto ufficialmente Mertens, ma potrebbe accadere nei prossimi giorni. Il grosso lavoro sul rinnovo di contratto col calciatore è stato fatto per cui il club azzurro si sente abbastanza tranquillo, c’è solo da limare l’aspetto della clausola. Mertens la vuole bassa, ma il Napoli a quel punto darebbe uno stipendio inferiore al ragazzo. Difficilmente gli agenti del belga verranno a Napoli prima della gara con la Fiorentina, ma credo che il matrimonio col Napoli continuerà. 

De Laurentiis premia sempre chi merita per cui non ho dubbi che a fine stagione il presidente adeguerà il contratto all’allenatore. Anche perché se il prossimo anno il Napoli ripeterà le prestazioni di quest’anno, la clausola di 8 milioni sarebbe davvero bassa per Sarri”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti