Atalanta, lavoro al mattino: differenziato per tre

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta (Getty)

Si avvicina l’ultimo appuntamento di questa storica stagione per l’Atalanta ma i nerazzurri hanno ancora un obiettivo da centrare. Attualmente quinti con 69 punti in classifica, i ragazzi di Gasperini vedono il quarto posto distante un solo punto e per questo vogliono assolutamente vincere contro il Chievo (in casa), in attesa di sapere poi quale sarà il risultato della Lazio quarta. In mattinata, il tecnico e il suo staff hanno diretto una seduta d’allenamento programmata al centro Bortolotti di Zingonia: anche sabato alle ore 18 la squadra dovrà essere al cento per cento per festeggiare (ancora) davanti ai propri tifosi un traguardo storico.

Seduta mattutina, in tre a parte

Il programma di oggi sui campi del centro sportivo prevedeva esercizi di tecnica, di tattica e una partitella finale su campo ridotto. Per quanto riguarda i calciatori con qualche problema fisico, hanno lavorato a parte Berisha, Konko e Melegoni e per la giornata di domani, giovedì, i giocatori si alleneranno sempre a Zingonia al mattino – in una seduta a porte aperte. Sulle pagine de Il Giorno, poi, anche il presidente Percassi è tornato a parlare della rosa dell’anno prossimo; tanti sono i calciatori osservati dalle big ma il numero uno nerazzurro ha le idee chiare: “È un momento di gioia, non mi passa neanche per la testa di cedere il club. Siamo entusiasti del lavoro di Gasperini e del suo team. E’ fortissimo e per questo abbiamo già rinnovato il suo contratto”.

Gomez incedibile, Conti da tenere stretto

“Gomez per noi è incedibile – ha aggiunto – poi, nel calcio possono capitare cose impensabili. Conti? E’ dell’Atalanta e lo terremo stretto finché possiamo. Per il resto il mercato è lungo anche se noi vogliamo rinforzare la squadra. I nostri uomini stanno facendo un bel lavoro in tutti i reparti e speriamo di allestire un club competitivo e che si possa sempre salvare. Quest’anno prima di tutto ci siamo salvati ed è questa la cosa più importante. Poi è successo quello che è successo e siamo felicissimi. Con il quinto posto siamo direttamente in Europa League è vero, ma dobbiamo sempre tenere i piedi per terra, perché siamo bergamaschi e sappiamo cosa vuol dire lavorare seriamente e non illudersi troppo e sognare”.

Fonte: SkySport

Commenti