NUOTO – Al Grand Prix Città di Napoli è il giorno di Federica Pellegrini

Il giorno di Federica Pellegrini al Grand Prix Città di Napoli è finalmente arrivato. Entusiasmo alle stelle in una Piscina Scandone stracolma per la “Divina”, che si è concessa ai suoi tanti tifosi e agli appassionati in una mattinata di sport e divertimento. Premiati dal pubblico gli sforzi degli organizzatori, guidati dalla società Eventualmente eventi & comunicazione di Luciano Cotena, con la direzione tecnica di Francesco Vespe, sotto l’egida dal comitato campano della Fin e il patrocinio dell’assessorato allo Sport del Comune di Napoli.
Foto, autografi e ovviamente nuoto per la Pellegrini, che questa mattina ha gareggiato nei 50 dorso, dominando la prova con il tempo di 30.17, dando spettacolo dentro e fuori la vasca.
Spazio anche alle prime sensazioni, in attesa delle gare del pomeriggio – Federica Pellegrini sarà infatti impegnata dalle 17.45 nelle finali dei 100 stile libero e 100 dorso -: “In momenti di festa così, l’importante è soprattutto esserci, poi dopo si guardano i tempi. La Piscina Scandone? Me ne avevano parlato male ma alla fine l’impianto è messo meglio di quanto potessi immaginare, blocchi di partenza a parte che invece sono un po’ ‘retrò'”.
Quindi si è passati a parlare del suo rapporto con Napoli: “Purtroppo non vengo spesso qui – ha detto – ma a Napoli sono legati tanti miei bei ricordi”.
Attenzione poi ai programmi futuri, a partire dai mondiali di Budapest del prossimo luglio: “In Ungheria mi concentrerò in particolare sulla mia gara, i 200 stile libero. Poi ovviamente i 100 sl e le staffette, nelle quali dobbiamo confermare le finali. La carriera mi ha regalato tante soddisfazioni, quello che viene è però ovviamente ben accetto. Le Olimpiadi di Tokyo 2020? È ancora molto lontano come obiettivo”.
C’è stato infine il tempo – sollecitata dalle domande dei giornalisti – anche per una considerazione su Francesco Totti, che oggi lascia il calcio giocato italiano: “È un esempio per tutti gli sportivi, un giocatore che ha dato tanto alla sua squadra e all’intero mondo del calcio e dello sport. Potrebbe andare all’estero? È stato una bandiera della Roma, non penso che deciderà di giocare fuori”.
Alla Piscina Scandone questa mattina si è visto di nuovo Filippo Magnini, che però non è sceso in acqua, dove invece sarà nel pomeriggio, impegnato nella finale dei 100 stile libero. Ancora una volta nelle sue dichiarazioni accento posto sulla rassegna napoletana: “Una festa per il nostro movimento. È un piacere gareggiare con tanti ragazzi che ti considerano un punto di riferimento. I miei complementi vanno agli organizzatori del Grand Prix Città di Napoli: mi auguro che facciano di questa gara un appuntamento fisso del calendario natatorio italiano”.

Commenti