Crotone, promessa ok: Vrenna al Santuario

In attesa della biciclettata promessa da Nicola, il presidente del Crotone Gianni Vrenna ha mantenuto fede alla sua promessa. “Farò quello che il fisico mi consente di fare”, aveva annunciato il giorno dopo la certezza della permanenza nella massima serie. Un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Capocolonna, che il numero uno della società calabrese ha compiuto impiegando due ore di cammino.

Promessa mantenuta

Vrenna è stato accompagnato dal dirigente della società Raffaele Marino. I due sono partiti alle 7:00 da Crotone percorrendo con buona andatura i 13 chilometri, di cui gran parte in salita, che separano la città dal luogo religioso. “L’ho promesso e l’ho fatto – ha dichiarato Vrenna – ben vengano promesse di questo genere. La molla che ha fatto scattare tutto sono state le vittorie consecutive contro Chievo e Inter soprattutto, perché dopo aver battuto i nerazzurri è anche cresciuta la consapevolezza di potersela giocare con chiunque. Abbiamo regalato una favola calcistica non solo alla città di Crotone, ma a tutta la Calabria. Quello che più mi rende orgoglioso è il fatto che l’Italia intera a un certo punto ha tifato per noi”.

Il futuro di Nicola

Non si sono fatte attendere le dichiarazioni su Nicola, il grande artefice della salvezza rossoblù: “Ha un contratto che si rinnova in automatico in caso di salvezza. Eventualmente ci sarà solo da definire qualche piccolo dettaglio. Ci  incontreremo probabilmente nella prossima settimana, perché lui il 5 giugno tornerà qui per affrontare questi 1380 chilometri in bici fino a Torino”. 

Fonte: SkySport

Commenti