Gli interventi di Raffaele Di Fusco, Pedro Pasculli, Gaetabo Imparato e Antonio Moschella a Radio Punto Zero

RAFFAELE DI FUSCO, ex portiere del Napoli, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 13.30 alle 15.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Rulli è un portiere importante ed è argentino, patria di grandi campioni. Agli stranieri, però, preferisco un italiano, ad esempio Meret. La situazione di Reina non è semplice, diventa difficile gestirla, servirebbe avere le idee chiare. Ad oggi non è stata presa ancora nessuna decisione e lo conferma il fatto che sono stati accostati al Napoli tanti portieri, tutti diversi tra di loro per caratteristiche. Personalmente mi auguro possa restare, è al pari di Szczesny e Neto, e sono convinto resterà anche per volontà di Sarri. Nel 2015 Sepe ha sbagliato ad accettare la Fiorentina per fare il dodicesimo, era reduce da un gran bel campionato da protagonista ad Empoli e doveva continuare a giocare con continuità”.

PEDRO PASCULLI, ex attaccante della nazionale argentina, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 13.30 alle 15.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Ammetto che l’Argentina sforna ogni anni grandi talenti in tutti i ruoli tranne che in porta, però Rulli è davvero una grande promessa. In Brasile è il contrario, i portieri sono molto forti, probabilmente sarà una questione di dna (ride, ndr). Per essere come la Juve, il Napoli ha bisogno di un grande acquisto, di un trascinatore a centrocampo”.

GAETANO IMPARATO, giornalista de La Gazzetta dello Sport, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 13.30 alle 15.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Non penso che Mario Rui andrà al Napoli, potrebbe andare all’estero, la Roma non vuole rinforzare dirette rivale. E comunque non escludo un colpo di scena, ad esempio una conferma. Se De Laurentiis ha scelto di non rinnovare il contratto di Reina vuol dire che ha già in pugno il sostituto e non vede l’ora di inserirlo. Secondo me, però, non è ancora uscito il nome vero, magari avrà qualche asso nella manica”.

ANTONIO MOSCHELLA, giornalista de Il Mattino e di contra-ataque.it, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 13.30 alle 15.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Sono rimasto positivamente sorpreso dall’interesse così diretto del Napoli per Rulli. Lo seguo da un po’, l’ho visto dal vivo, è un portiere fortissimo. Mi ha sorpreso per la sua reattività e per la sua tecnica. Ho parlato col padre, mi ha fatto capire che il figlio vuole una sfida importante ma da titolare. Per il Napoli può essere un colpaccio, ha appena 25 anni, il futuro è suo. Tecnicamente è prontissimo per la Serie A e per passaggi riusciti, in Spagna, è secondo solo a ter Stegen. Berenguer? Ha ventuno anni e può fare benissimo il vice Callejon, va avanti e indietro sulla fascia, lo scorso anno ha fornito sette assist. Alla sua età Callejon era nel Castilla mentre Insigne era al Pescara, dunque per l’età che ha è già molto forte ed esperto”.

Fonte: Radio Punto Zero

Commenti