Conosciamo Mario Rui: il pupillo di Mister Sarri

Mister Sarri l’aveva salutato nell’estate del 2015, quando lasciò Empoli per intraprendere la grande avventura a Napoli, ma finalmente il terzino portoghese Mario Rui può riabbracciare il suo maestro, questa volta con la maglia azzurra. Nato a Sines, il 27 maggio 1991, inizia a giocare a calcio nelle giovanili di Sporting Lisbona, Valencia e Benfica; nella stagione 2010/2011 gioca nella prima prima squadra nel Fatima, club dell’omonima città portoghese, dove colleziona 30 presenze e 1 rete. Nella stagione successiva approda in Italia: viene acquistato dal Parma, che però lo cede subito in prestito al Gubbio in Serie B, dove totalizza 32 presenze e 2 reti. Nell’anno successivo approda ancora in prestito allo Spezia, sempre nella serie cadetta. Nella stagione 2013/2014 viene acquistato dall’Empoli guidato da Maurizio Sarri e nel suo primo anno nella squadra toscana, conquista la promozione in Serie A. Ad Empoli, Mario Rui resta per altre due stagioni e nella stagione 2016/2017 viene ceduto alla Roma, dove colleziona 9 presenze. Si aggiungono anche numerose presenze in Nazionale Under 17, 19, 20 e 21. Nel Napoli agirà come vice Ghoulam, molto bravo in fase offensiva, dotato anche di un’ottima corsa, ma latita nel gioco aereo; con Sarri dovrà migliorare la fase di non possesso.

Ecco come giocherebbe nel Napoli:

Mariano Potena

Commenti