Roma, Di Francesco e il seggiolito rotto: “Errori non da grande, possiamo fare meglio”

BERGAMO – “È stata una vittoria di carattere”. Eusebio Di Francesco è contento della prova della Roma a Bergamo. “Avevo chiesto una prestazione di personalità, determinata rispetto all’ultima uscita in precampionato dove avevamo fatto malissimo. Questo è un campo difficilissimo per tutti, l’anno scorso avevano vinto in poche e la stessa Roma aveva perso nel finale, quando fanno sempre un forcing impressionante. Noi dovevamo essere più bravi negli ultimi 20′ a tenere palla, lo capisco perché la condizione è quella che è, ma mi è piaciuto non aver preso gol e aver capito certe cose, anche se con errori, e il fatto che la squadra ha avuto il desiderio di portare a casa i tre punti. È una vittoria un po’ sporca, so che può solo crescere questa squadra”.

“GESTITO MALE IL FINALE” – Eusebio Di Francesco nel finale però si è arrabbiato a tal punto da spaccare un seggiolino in panchina. E spiega il perché: “Mi sono arrabbiato perché abbiamo gestito male gli ultimi palloni, concedendo agli avversari la possibilità di pareggiare – rivela -. Una grande squadra certi errori non li deve commettere. Possiamo fare molto meglio, soprattutto dal punto di vista tecnico, ma sono sereno perché oggi siamo stati più bravi a difendere che attaccare. Da domani cercheremo di essere anche bravi ad attaccare. Abbiamo lavorato tanto sull’orientamento dei difensori centrali e oggi qualche frutto, nella prova di Manolas e Juan Jesus, si è visto. Ma quello che più mi è piaciuto è la voglia di soffrire: è esattamente quello che può far fare il salto di qualità a questa squadra”.

“VOGLIO PIÙ QUALITÀ IN USCITA” – Il tecnico giallorosso spiega cosa gli è piaciuto meno “La poca qualità in uscita. Abbiamo fatto troppi errori tecnici e noi possiamo fare molto meglio, potevamo sicuramente sfruttare meglio le palle che abbiamo avuto in ripartenza”. Messe in archivio le polemiche post Vigo: “Io ho un’altra mentalità, ho le mie idee, giocando abbiamo sbagliato ma voglio una squadra aggressiva in avanti, l’abbiamo fatto tranne che negli ultimi 20′ e ci ha messo all’angolo. L’Atalanta crea grandi difficoltà negli ultimi 20′ nel suo stadio, rischia qualcosina e devi essere più bravo a ripartire con qualità. Se ci sono rimasto male per le critiche? Assolutamente no, so bene che lavoro faccio…”, conclude.

KOLAROV: “SIAMO UNA SQUADRA FORTE” – Aleksandar Kolarov si è tolto la soddisfazione di essere subito decisivo nella sua prima gara ufficiale in giallorosso: “Era importante vincere. Già conosco il campionato italiano e poi Edin Dzeko e Daniele De Rossi mi stanno aiutando a integrarmi al meglio. Abbiamo dimostrato di saper soffrire nel finale: si vince anche così. Peccato perché potevamo chiudere prima la partita. L’Atalanta è una buona squadra: siamo contenti per questo inizio: avevamo preparato bene la gara. Il mercato? Al momento siamo questi: vediamo se arriva qualche altro giocatore: io ci spero. Siamo comunque un team molto forte e possiamo andare avanti così. Il gol? Sapevo che gli avversari in barriera sarebbero saltati: è andata bene…”.

MONCHI: “MANOLAS RESTERA'” – Del mercato ha parlato prima della partita il ds Monchi: “Escludo categoricamente la cessione di Manolas. Lavoriamo per prendere giocatori in questo momento. Mahrez? Credo veramente che ne abbiamo parlato troppo di questa questione… Schick? Il mercato è aperto e restano 11 giorni alla chiusura, stiamo lavorando per trovare il giocatore o i giocatori per migliorare la rosa, vale lo stesso per le altre squadre impegnate per la programmazione. Cuadrado? Mi piacciono tutti i bravi giocatori…”.

as roma

serie A
Protagonisti:
eusebio di francesco

Fonte: Repubblica

Commenti