Juventus, torna di moda Andrè Gomes: spiragli per Renato Sanches

TORINO – Perso Schick, la Juventus dà l’addio anche a Keita, uno dei colpi last minute che l’ad bianconero Beppe Marotta pensava di avere in canna. La Lazio in mattinata ha infatti raggiunto un accordo con il Monaco, che avrebbe così bruciato la concorrenza di Juve, Inter, Napoli e Borussia Dortmund per l’attaccante biancoceleste, atteso in giornata a Montecarlo. In salita anche le strade per Spinazzola, Strootman, André Gomes e Renato Sanches. Tutto invece fatto con lo Schalke 04 per Howedes, atteso mercoledì a Torino. Il prossimo sbarco in bianconero del duttile centrale 29enne tedesco per 15 milioni tra prestito e riscatto è in qualche modo ufficializzato dal suo connazionale Khedira: “Gli ho parlato -conferma lo juventino alla Bild-. Sono contento che arrivi. Benedikt è un leader, dà sempre tutto in campo. Può essere importante per noi, anche perché può giocare in più ruoli”.

“ORA SPINAZZOLA SI RIMETTA IN CARREGGIATA” – Si complica dunque la caccia a Spinazzola: difficile fare in tre giorni quello che non si è fatto in tre mesi. L’Atalanta stamani ha ribadito alla Juventus di non aver alcuna intenzione di restituire il ragazzo made in Vinovo con un anno di anticipo sulla scadenza del prestito biennale. Il direttore operativo del club orobico Roberto Spagnolo, contattato da “Bergamo TV”, ha inoltre invitato il terzino convocato dalla Nazionale di Ventura “a tornare a disposizione con voglia, rimettendosi in carreggiata”. E a mantenere gli accordi presi con l’Atalanta: “Spinazzola deve rendersi conto che c’è un contratto da rispettare: un minimo della considerazione della sua volontà ci sta, ma per noi la vicenda è diventata un problema perché ne siamo penalizzati”. La Juventus aspetta a liberare Asamoah, per il quale il Galatasaray è pronto a spendere 10 milioni bonus compresi, e intanto torna a considerare l’ipotesi Aurier, terzino sinistro del Psg a un passo dal Tottenham. Il suo status di extracomunitario obbligherebbe però i bianconeri a giocare di sponda con un club amico, dove l’esterno 24enne ivoriano verrebbe “parcheggiato” almeno fino a gennaio.

ANDRE’ GOMES TRA BARCELLONA, JUVE E PSG – Ancora più complesse le trattative per Strootman e André Gomes. Tramite il suo entourage, il centrocampista olandese avrebbe dato un ok di massima ai bianconeri. Ma i matrimoni, nel calcio, si fanno in tre. E all’altare manca la Roma, decisa a non rafforzare ulteriormente una diretta concorrente per lo scudetto. Il nome più caldo per la mediana bianconera diventa così quello di André Gomes, già inseguito l’estate scorsa. I bianconeri spingono per il prestito con diritto o obbligo di riscatto, ma non ai circa 50 milioni richiesti dal Barcellona, che tra l’altro vuole la cessione a titolo definitivo. A detta del Mundo Deportivo, il portoghese potrebbe trasferirsi al Psg nell’ambito della trattativa per portare l’argentino Di Maria al Camp Nou. C’è una certa concorrenza anche per Renato Sanches, esubero del Bayern Monaco finito nell’orbita di quel Liverpool che a gennaio potrebbe perdere a costo zero Emre Can, altro osservato speciale dei bianconeri. A maggior ragione adesso che ad Anfield è arrivato Nabi Keita, il sostituto del mediano tedesco di origini turche.

MATUIDI E LA SUA “SECONDA GIOVINEZZA” – Allegri a centrocampo può per ora consolarsi con Bentancur e soprattutto Matuidi, due ai quali sono bastati pochi minuti per confermare le loro qualità. “Ho scelto la Juve perché è un club ambizioso, un’istituzione, una grande d’Europa che ho sempre invidiato. Firmando per la Vecchia Signora ho trovato una seconda giovinezza – ha detto il centrocampista francese a L’Equipe -. Per me, il progresso continua”. Matuidi ha rivelato di aver chiesto consiglio a Pogba ed Evra: “Lo avevo già fatto l’anno scorso… Sapevo cosa mi attendeva. Ma la Juve parla da sola, basta guardare alla sua storia. Non è stato facile lasciare un club come il Psg, ma ero convinto che una nuova avventura fosse necessaria: quando hai trent’anni, vuoi andare a vedere se l’erba altrove è più verde. Arrivando nella Serie A, ho davanti a me una grande sfida sotto tutti i punti di vista, sportivo ed economico”. Infine, per la gioia dei suoi nuovi tifosi: “Certo, sarebbe stato un piacere affiancare Neymar, Mbappé e Dani Alves al Psg – ammette Matuidi -, ma anche alla Juve ci sono grandi giocatori: Buffon, Higuain, Dybala, Chiellini che incarna questo club, e ne dimentico altri”.
 

juventus

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 223 volte