Roma, Di Francesco: “Squadra in crescita, con Dzeko ci siamo chiariti”

ROMA – “Oggi bisognava solo vincere. Queste sono partite determinanti”. Eusebio Di Francesco parte dal risultato per analizzare il ritorno alla vittoria della Roma. “Potevamo fare qualche gol in più, magari ce li teniamo per la prossima, per dare più fiducia ai nostri attaccanti, El Shaarawy e Under su tutti. Dal punto di vista atletico giocando con continuità si può solo che migliorare, anche se ho cambiato 5 giocatori rispetto all’Atletico e quindi è tutto relativo. Sono soddisfatto della crescita della squadra, delle linee di passaggio, abbiamo creato tanto. C’è una partita dietro l’altra, la mia testa è già a Benevento: guardare la classifica ora fa un po’ male, ti mancano anche dei punti da poter conquistare alla luce della partita da recuperare”.

BRAVO DZEKO, TRA NOI NESSUN PROBLEMA – Di Francesco applaude Dzeko e manda definitivamente in soffitta la polemica a distanza di metà settimana. “Ha giocato per la squadra, ha fatto 2 gol e forse 2-3 in più poteva farne, per la sua presenza in area e per le possibilità che ha avuto. Subito dopo l’Atletico ci siamo chiariti subito, si va alla ricerca di qualcosa che non c’è. Il suo era una sfogo per una serata come quella contro l’Atletico in cui abbiamo fatto un ottimo primo tempo e poi per 20′ siamo andati in balia degli avversari. Io comunque sono molto soddisfatto della squadra”.

FLORENZI E PELLEGRINI GRANDI TALENTI – Soddisfatto anche per “la crescita anche fisica dei calciatori. Stasera – ricorda Di Francesco – ho fatto giocare gente con caratteristiche differenti, ho sacrificato in precedenza anche Defrel, la squadra ha forzato le linee di passaggio che fanno parte del mio gioco. Florenzi? Ce lo teniamo stretto, ho scelto di farlo giocare dall’inizio, pensavo già di farlo giocare con la Sampdoria, l’ho visto veramente bene in allenamento, è in crescita costante, ha ritrovato sicurezze ed è un valore aggiunto in tutti i ruoli”. È piaciuto molto anche Pellegrini: ” L’ho voluto fortemente qui alla Roma perché è un capitale della società e ha raggiunto al Sassuolo con me grandi livelli, crescendo costantemente. È un capitale anche della Nazionale, ha grandi potenzialità e grandissima umiltà”.

LE CRITICHE? IO SONO SEMPRE POSITIVO – Di Francesco non si preoccupa dello scetticismo che aleggia dalle parti di Trigoria: “Fa parte del nostro lavoro e ci accompagnerà sempre ai primi risultati negativi, io però – spiega – voglio solo essere positivo, dobbiamo creare entusiasmo e dobbiamo portare la gente allo stadio grazie alla voglia di giocare che ci deve contraddistinguere. Con questo modo di fare ci toglieremo delle grandissime affermazioni. Il gol di Nainggolan? Parte da un concetto molto importante, avere più uomini in zona palla mi permette di attaccare con più uomini. Ci stiamo lavorando, dobbiamo farlo più spesso”.

LO SCREZIO PERES-GERSON? SOLO UN’INCOMPRENSIONE – Si è visto anche Patrik Schick: “È presto per vedere il talento ceco già titolare a Benevento nel turno infrasettimanale: “Non è pronto per partire dall’inizio – ribatte Di Francesco – si è allenato troppo poco con noi e veniva da soli 5 allenamenti alla Samp”. Chiusura con lo screzio a fine partita tra Bruno Peres e Gerson. Di Francesco chiarisce: “È stata un’incoprensione. Uno ha dato uno ‘schiaffettò all’altro ed è stato mal interpretato. Ma sono cose che accadono tra calciatori…

DZEKO: RESTERÒ QUI A LUNGO – Edin Dzeko si gode il ritorno al gol e una serata da protagonista: “Era importante vincere perché queste partite sono sempre difficili. Potevamo fare più gol, almeno io potevo farne di più, ma alla fine abbiamo vinto e dobbiamo continuare a giocare così e crescere di più”.È una vittoria importante che dà un calcio alle critiche. “Troppe critiche? In generale sì, è sempre così, ma penso che serve pure attenzione qua a Roma perché queste partite la Roma non le vince sempre, se c’è attenzione è anche meglio per noi. Abbiamo iniziato 3-4 partite fa e penso che possiamo crescere tutti insieme di più. Sei punti con Benevento e Udinese? Ripeto, serve attenzione. Questa settimana c’era e speriamo di mantenerla in questi prossimi giorni. Se sono tornato? Non ero mai andato via, Dzeko è qua e ci resterà a lungo”.

as roma

serie A
Protagonisti:
eusebio di francesco
edin dzeko

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 179 volte