Atalanta, Gasperini: “Dopo la sbornia europea noi un po’ distratti”

VERONA – Gian Piero Gasperini si prende il punto conquistato nel finale dalla sua Atalanta sul campo del Chievo Verona: “Contro un Chievo determinato, che voleva riscattare l’ultima sconfitta, arrivare dopo pochissimi giorni dalla serata magica di giovedì poteva essere più difficile, ma i ragazzi sono stati bravi: hanno cercato di vincere anche nel finale”. Un risultato comunque incoraggiante, solo tre giorni dopo la vittoria in Europa League contro l’Everton.

“SBORNIA EUROPEA, NOI UN PO’ DISTRATTI” – “Abbiamo dominato il primo tempo avendo anche un’opportunità – spiega a Sky il mister dei nerazzurri – Nel secondo si era messa male e non era facile recuperare. E’ importante giocare con questa mentalità, tante partite possono togliere un po’ di energie ma alla fine siamo stati premiati”. L’1-1, ammette Gasperini – è un risultato che mi soddisfa perché era difficile rimediarla. Forse meritavamo qualcosa in più noi nell’arco dei 90 minuti ma è un risultato che accettiamo”. Il Var è stato assoluto protagonista: “Dobbiamo abituarci, qualcosa all’esultanza del calcio toglie, anche se poi aveva ragione sui singoli episodi. Non so se si può fare qualcosa di meglio, è un rodaggio per tutti, toglie qualche errore ma è qualcosa di diverso”. L’Atalanta, infine, ha dimostrato di aver subito messo in archivio la grande vittoria con l’Everton in Europa League: “Dopo la sbornia dell’altra sera non eravamo concentratissimi, ma è una questione psicologica, perché il tempo per recuperare c’è. Ed oggi s’è visto: l’importante è che i ragazzi conservino sempre questa voglia di giocare”.

GOMEZ: “PARI GIUSTO” – Papu Gomez si gode il primo gol in campionato e la convocazione in Nazionale: “E’ stata una partita abbastanza equilibrata, tutte e due abbiamo avuto occasioni per fare gol, magari nel secondo tempo noi abbiamo spinto un po’ di più, abbiamo avuto più possesso palla. Per fortuna abbiamo trovato il pareggio, perché contro il Chievo è sempre molto difficile”. Sul risultato finale ha inciso la fatica europea con l’Everton: “Non siamo abituati a giocare ogni tre giorni. Dobbiamo gestire le forze – ha aggiunto, riferendosi al doppio impegno campionato-Europa League -. Abbiamo una bella rosa per fare le due competizioni e dobbiamo essere molto intelligenti. Abbiamo fatto un buon punto e mercoledì dobbiamo vincere in casa col Crotone”. “Non mi è dispiaciuto non partire titolare ma sono molto contento di aver segnato, visto che nelle prime tre non c’ero riuscito. Questo mi dà molta fiducia e sono molto contento per la convocazione in nazionale”, conclude.

atalanta

serie A
Protagonisti:
gian piero gasperini

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 180 volte