Juventus-Fiorentina 1-0, un gol di Mandzukic stende la Viola

TORINO – La Juventus resta in testa alla classifica a punteggio pieno dopo cinque turni di campionato. Stasera, all’Allianz Stadium di Torino, i campioni d’Italia allenati da Massimiliano Allegri hanno superato per 1-0 una Fiorentina generosa, che ha però pagato pegno alla prima disattenzione difensiva. In un primo tempo decisamente poco spettacolare, è stata come da previsione la Juventus a tenere in mano il pallino del gioco. Un possesso palla spesso prolungato che però non ha quasi mai arrecato problemi alla porta difesa da Sportiello. La Fiorentina, per lunghi tratti con tutti gli uomini piazzati a difendere la propria metà campo, ha mostrato solidità difensiva e ha cercato di colpire la Juventus in contropiede vanificando però le occasioni avute a causa dell’imprecisione dei suoi uomini, mentre la Juve ci ha provato soprattutto dalla distanza, carente nella costruzione di gioco anche per l’assenza in mezzo di Pjanic. Di Dybala al 9′ la prima vera grande occasione del primo tempo: il numero 10 bianconero ha provato a sorprendere Sportiello con un calcio di punizione ma il mancino è finito di poco fuori.

Un Higuain che ha invece litigato spesso con il pallone ci ha provato al 43′ quando, spalle alla porta, si è girato e ha calciato di destro da fuori area trovando però la deviazione in corner di Astori. Di Veretout l’unico tentativo della Fiorentina degno di nota: al 25′, il francese ha però impattato male il pallone su punizione mandandolo alto sopra la traversa della porta difesa da Szczesny. A sbloccare la partita ci ha pensato Mandzukic al 7′ della ripresa: fino a quel momento impalpabile, il croato ha fruttato un cross dalla destra di Cuadrado e ha sorpreso il neo entrato Gaspar mettendo la palla alle spalle di Sportiello.

Incassato il gol, la Fiorentina ha necessariamente dovuto alzare il baricentro favorendo così le incursioni dei padroni di casa che poco prima del quarto d’ora hanno mancato il raddoppio quando, ancora dai piedi di Cuadrado, un pallone rasoterra dalla destra non ha trovato il tap-in vincente. Al 21′ l’arbitro Doveri ha assegnato un rigore alla Juventus per fallo di Badelj su Matuidi prima di cambiare parere dopo aver consultato il Var e, dunque, aver optato solo per la seconda ammonizione ai danni dello stesso centrocampista della Fiorentina. I viola in dieci hanno nuovamente rischiato di capitolare per la seconda volta al 23′ quando una conclusione a botta sicura di Mandzukic ha trovato la deviazione in corner di Gaspar e poi, ancora, al 26′ quando il destro dalla distanza di Cuadrado è stato deviato da Sportiello, bravo a tenere in vista i suoi. A cinque minuti dal termine ancora Juventus vicina al gol quando un pallone messo in mezzo dalla sinistra da Matuidi che non viene intercettato da Higuain finisce a Pjanic, ma il destro del bosniaco risulta troppo leggero ed è parato a terra dall’estremo difensore viola. Fiorentina volenterosa fino alla fine: la buona occasione capita al 45′ sui piedi di Dias  che esita nel concludere in porta favorendo così la deviazione in corner di Rugani.
 

Fiorentina

juventus
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 175 volte