OBIETTIVO NAPOLI – Azzurri perfetti contro un Cagliari non all’altezza

Prestazione perfetta per gli azzurri al San Paolo, contro un Cagliari che si è dimostrato non all’altezza della squadra di Sarri, né dal punto di vista tecnico né da quello tattico.
Fino a questo punto della stagione, pur vincendole praticamente tutte, il Napoli aveva sempre lasciato intravedere qualche difficoltà, ad esempio in approcci alle gare inferiori alle attese o con prestazioni individuali non proprio eccellenti. Oggi invece quella degli azzurri è stata una vittoria netta, senza sbavature, in una gara dominata dal primo all’ultimo minuto, con giocate a tratti entusiasmanti, azioni bellissime ed una solidità di squadra complessiva che non ha praticamente permesso mai al Cagliari di proporre la benché minima iniziativa offensiva, anche grazie ad un sontuoso Koulibaly.
Come accade nelle migliori gare, il dominio odierno del Napoli si è fondato sulla brillantezza degli automatismi sull’out di sinistra, dove anche Hamsik ha offerto una prestazione finalmente all’altezza delle sue qualità. Ma gli azzurri hanno saputo variare il proprio gioco, sfruttando i vari spazi tra le linee centralmente, e poggiandosi anche sulla catena di destra, dove Hysaj ha spinto molto, Callejòn è stato molto attivo e Allan ha fornito un contributo eccellente, con penetrazioni palla al piede e scambi palla a terra degni di un raffinato trequartista.
Male, invece, molto male il Cagliari. La squadra di Rastelli ha avuto la presunzione di non pensare prima di tutto a rendere solida la sua fase difensiva, e questo contro il Napoli lo si paga salatamente nove volte su dieci. Viceversa, contro difese ben strutturate, in particolare quando sono disposte con una linea a tre (o meglio a cinque), la squadra di Sarri ha dimostrato di soffrire di più, come accaduto contro l’ottima Spal nell’ultimo turno.
È un vero peccato che, dopo la migliore prestazione della stagione, debba giungere la sosta per le nazionali. La speranza è che questa pausa non affievolisca l’entusiasmo e il gusto per il bel gioco mostrato oggi in campo, che sarà fondamentale conservare fino alla ripresa, quando per il Napoli ci sarà il primo vero scontro diretto della stagione. Sarà quello il momento in cui dimostrare la validità del proprio gioco e la legittimità delle pretese di successo avanzate in questi ultimi mesi.

Commenti

Questo articolo è stato letto 1216 volte