L’opinione di Baiano: “Icardi-Mertens? Il belga è altro, è disegnato per il Napoli, sta dentro al Napoli”

Il bomber, nel senso ampio del termine, nella definizione che – senza azzardo – si potrebbe ritenere un universale: il bomber del 4-3-3, modello “storico” il Foggia di Zeman, con Rambaudi a destra, Signori a sinistra e Ciccio Baiano in mezzo. «Con quella vocazione che ti arriva dagli allenamenti, direi, attraverso la costruzione del gioco dal basso. Io sono stato in quella squadra di Zeman ed ho avuto modo di lavorare con Sarri, un maniaco del lavoro. Immagino quel che succede in settimana, so che questo spettacolo nasce attraverso ripetute che, ad un certo punto, tu mandi a memoria, ad occhi chiusi».
Mertens o Icardi è dualismo inevitabile: «Per affinità, sto con Mertens, sottolineando però che Icardi appartiene all’elite, uno dei primi tre o quattro finalizzatori al mondo, perché soltanto un bomber come lui, nel derby tocca tre palloni e li mette dentro. Ma Mertens è altro, è disegnato per il Napoli ed il Napoli per lui, anche se a differenza dell’Inter il gioco non lo porta solo nel cuore dell’area di rigore. Mertens è omogeneo al progetto, lo utilizza e ne partecipa, semmai lo sfrutta, diventa funzionale alla manovra e sta dentro al Napoli, nel quale non è semplice entrare. Icardi è un corpo a sé, ha bisogno della squadra».

Corriere dello Sport

Commenti