Gli interventi di Enrico Varriale, Pierluigi Pardo, Francesco De Luca, Riccardo Gentile e Ciro Venerato a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Enrico Varriale, giornalista

“Il Napoli è un po’ stanco, ma è naturale dopo la sfida di Champions col Manchester City. I tre attaccanti erano un po’ sottotono, Mario Rui ha fatto quello che ci si aspettava da un calciatore che non giocava da un anno. Poi, credo che la classifica dice che il Napoli non ha lo scudetto in tasca e bisognerà lottare fino all’ultima giornata anche perché le pretendenti sono tante. Perdere in un mese due giocatori è una botta di sfortuna enorme per cui calma perché il cammino è lungo. 

Non esageriamo  nel pretendere i miracoli da Sarri che ci ha abituati bene con Mertens, ma non è sempre così facile far esplodere i giocatori”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“Ci sono 5 squadre che lottano per lo scudetto ed è bellissimo per il nostro campionato. Il Napoli non può essere felice perché la differenza tra le grandi e piccole è tanta e un pareggio, seppure contro una squadra organizzata come il Chievo, è un piccolo incidente di percorso. L’analisi di Sarri è stata onesta: il Napoli ha un problema di brillantezza e in certe partite ha bisogno della giocata del singolo che ieri non è arrivata. 

La Juve è la regina del calcio italiano: ha più budget e uomini delle altre ed è vero che Sarri non ha la mentalità di Allegri e neppure la sua rosa, ma sta provando a ruotare di più. L’assenza di Ghoulam pesa tantissimo perché pur non essendo un attaccante e uno dei più titolati, in quel reparto fa la differenza”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco De Luca, responsabile dei servizi sportivi del Mattino

“Non mi pare che il Napoli abbia avuto difficoltà a ripartire dopo le soste, è chiaro che Sarri dovrà cercare di allargare il numero dei giocatori schierati perché adesso è una necessità. Il Napoli contro il Chievo ha risentito del logorio psicofisico della partita contro il City e ce ne saranno altre di partite del genere, per cui è fondamentale puntare di più sulla panchina. 

Il Napoli ha corso fino alla fine, ma è stato molto impreciso ed è raro per questa squadra. Ho visto giocatori calciare male, per cui ritengo che la difficoltà sia stata mentale”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Riccardo Gentile, giornalista

“Il Napoli è stato meno brillante del solito ieri, ma il Chievo non ha sbagliato nulla in difesa chiudendo tutte le linee di passaggio. E’ chiaro che ai punti avrebbe meritato il Napoli, ma il Chievo non ha rubato nulla ed è normale nella marcia della squadra azzurra disputare una partita meno brillante. 

A centrocampo il Napoli ha delle varianti competitive. Nessuno si sarebbe sognato di togliere Ghoulam perché è l’esterno più forte del campionato e l’infortunio è una tegola pesante ed ecco in questo la Juve ha una panchina più lunga e dei sostituti molto vicini ai titolari”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“In questo weekend ci sono stati dei colloqui per capire come muoversi per il dopo Ghoulam. Il Napoli prenderà una decisione non prima di fine novembre, ma ci sono delle novità. Secondo una ricostruzione statistica dello staff medico, gli infortuni stile Ghoulam hanno una media di 105 giorni di recupero agonistico quindi se l’algerino rispettasse la media statistica, il giocatore potrebbe essere già da metà febbraio convocabile. Se andasse tutto secondo i piani, quindi, il Napoli quindi potrebbe pensare di andare avanti con questa rosa ed investire soldi per un terzino destro visto che a giugno dovrà sostituire Maggio. Il nome in pole è Vrsaljko che ha un contratto in scadenza nel 2021 a 2 milioni. Il Napoli non ha chiamato nessuno, lo farà quando avrà contezza che l’Atletico Madrid entrerà nell’ordine di idee di cedere il giocatore. 

Giorni fa il Napoli aveva pensato a Kieran Trippier, ma il Tottenham e lo stesso giocatore non hanno dato segnali positivi per cui l’idea è già tramontata”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti