Prima Cavion, poi Moreo: Venezia-Cremonese 1-1

Nell’anticipo del Penzo che apre la 20esima giornata di Serie B si sfidano due squadre appaiate a pari punti e dal percorso fino a questo momento pressoché identico: stesso numero di vittorie, stessi pareggi, stesse sconfitte. Equilibrio nei numeri totale quello tra Venezia a Cremonese. Dopo il rocambolesco pareggio contro il Foggia nello scorso turno di campionato, la squadra allenata da Pippo Inzaghi cerca quel successo che manca ormai da oltre un mese; la squadra di Attilio Tesser arriva al match forte di una buona striscia di risultati utili consecutivi, ma cerca quei tre punti che gli consentirebbero di fare uno scatto importante in classifica. Come previsto, il match è all’insegna dell’equilibrio: partono meglio gli ospiti che provano a prendere il mano il pallino del gioco e si rendono pericolosi nell’unica vera palla gol di tutto il primo tempo capitata sui piedi di Scappini.

Cremonese due volte vicina al gol con Scappini

Al 17esimo Castrovilli – tra i migliori in campo – serve Scappini che conclude con potenza e precisione dall’interno dell’area di rigore, ma sulla traiettoria ci mette le mani Audero che sventa il pericolo. La Cremonese pressa alta e non fa giocare il Venezia, che però non corre chissà quale pericolo. E nella seconda metà della prima frazione di gioco la squadra di Inzaghi entra maggiormente in partita e crea qualche potenziale insidia con Garofalo e Falzerano, senza però mai impensierire Ujkani. Al 39esimo una perdita importante per la Cremonese: Tesser infatti è costretto a richiamare in panchina Cleiton, uscito per un problema muscolare, al suo posto Marconi. A inizio ripresa altra palla gol con la Cremonese ancora con Scappini: un rimpallo lo lancia a tu per tu con Audero, ma la difesa del Venezia – anche grazie all’attenta uscita del portiere – si salva in extremis. Un minuto dopo, al 55’, lo stesso Scappini lascia spazio a Brighenti

Svarione di Bruscagin, Cavion porta in vantaggio la Cremonese

La Cremonese parte meglio anche nel secondo tempo: Pinato perde una palla sanguinosa a metà campo e lancia Cavion, la sua conclusione però esce di pochissimo vicino al palo della porta difesa da Audero. Non passa però nemmeno un minuto e la Cremonese va meritamente in vantaggio: azione sulla destra di Castrovilli che allarga per Brighenti, cross dentro che Bruscagin rinvia in maniera errata fornendo un assist impossibile da sbagliare a Cavion che di prima intenzione calcia con precisione dal limite dell’area piccola e porta in vantaggio la Cremonese al 60’. Un gol preziosissimo. La reazione del Venezia è immediata: cross di Garofalo, colpo di testa di Zigoni, ma la palla termina alta di poco sopra la traversa. Nei minuti se seguono la Cremonese dà l’impressione di riuscire a gestire.

Fonte: SkySport

Commenti