Tedino: “Serve una gara sopra le righe”

“Tempo galantuomo, stiamo migliorando”

Sul momento della squadra: “Il tempo, se si lavora, può essere galantuomo, perché c’è la conoscenza reciproca – prosegue – C’è soprattutto la struttura che ha un certo tipo di tessitura, come quando fai un puzzle. Le prime volte fai fatica con i tasselli, ma col tempo sai metterli al posto giusto. Per le motivazioni è normale che più ci sono difficoltà più c’è compattezza e voglia di dimostrare il contrario. Ormai abbiamo una buona maturità, nel calcio bastano due pareggi per dimostrare che sei un cretino. Fino ad adesso abbiamo fatto bene, ma serve continuità. Conoscere la squadra in così poco tempo? È un calcolo che non ho fatto. Penso che abbiamo creato insieme a tutti un gruppo di lavoro di un certo tipo. Abbiamo la possibilità di avere un direttore che ha fiducia in noi. La cosa più importante che abbiamo fatto è quella di coinvolgere tutti, senza mai mettere qualcuno davanti ad un altro. Durante la settimana facciamo un certo tipo di lavoro che porta risultati. Abbiamo avuto delle difficoltà. È un continuo miglioramento. Mantenere ciò che funziona e migliorare quello che non va”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 278 volte