Trezeguet: “Juve sa cosa serve per la Champions”

Un cammino fin qui straordinario in campionato a braccetto con il Napoli, adesso per la Juventus è nuovamente tempo di pensare alla Champions League. Gara di andata degli ottavi di finale contro il Tottenham che arriva nel momento giusto e possibilità concrete di arrivare ancora una volta in fondo alla competizione secondo David Trezeguet: intervenuto nel corso di una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport, l’ex attaccante bianconero ha analizzato il momento della squadra di Allegri, partendo proprio dalla sfida contro gli uomini di Pochettino. “E’ una partita che si giocherà nel momento giusto – ha detto Trezeguet -, la Juventus ci sta arrivando nelle condizioni migliori. I bianconeri lo stanno dimostrando sul campo e Allegri lo aveva ampiamente previsto: c’è una crescita costante, tutti stanno bene non solo dal punto di vista fisico, ma anche psicologicamente. C’è molta solidità. Quella col Tottenham sarà una sfida tosta, contro una squadra che gioca un calcio interessante e che è formata da grandi campioni. Ma secondo me la Juve ha tutto per passare il turno, soprattutto in questo momento, con Allegri che grazie al suo lavoro ha ricreato un equilibrio perfetto tra la fase offensiva e quella difensiva. Cosa manca per vincere la Champions? La Juventus ha seguito un percorso di crescita in Italia, vincendo. In Europa ha disputato due finali negli ultimi anni: è un enorme merito, non un demerito. Sono state perse, è vero, ma è anche vero che sono state giocate. La Juve si pone la Champions come un obiettivo stagionale e può permetterselo. Non è semplice da raggiungere, ma non lo è per nessuno essendo diventata una competizione difficilissima. Ma i bianconeri hanno la fortuna di sapere perfettamente cosa serve per raggiungere la finale”.

Pericolo Kane

Lo spauracchio per la difesa bianconera è quell’Harry Kane, attaccante principe del Tottenham: “Kane è un giocatore molto interessante, è ancora giovane e sta dimostrando di avere dei valori importanti. E’ un attaccante completo – ha proseguito l’ex campione francese -, segna moltissimo ed è anche elegante. In più è il capitano del Tottenham e della Nazionale inglese. Rappresenta senza dubbio il giocatore più importante degli Spurs, ma avrà modo di conoscere i difensori della Juventus, quindi qualcosa di diverso. Per lui sarà sicuramente tutto più difficile. Per controllarlo, in ogni caso, servirà concentrazione e umiltà, nessuno deve sottovalutare nessuno. Dybala? E’ un giocatore molto importante non solo per la Juventus, ma anche per tutto il calcio italiano. E’ molto giovane, non bisogna dimenticarlo, deve crescere ancora e quello bianconero è per lui l’ambiente giusto. Sa perfettamente che deve dare sempre il massimo e che su di lui ci sono grandissime aspettative. Ma sta recuperando bene e dimostrerà tanto nella seconda parte di stagione”.

Fonte: SkySport

Commenti