Cutrone: “Avanti così, l’importante è vincere”

Una doppietta da opportunista, figlia dell’applicazione e della fame che mette in campo. Patrick Cutrone si sta prendendo il Milan con gol pesanti e spesso decisivi (sono già 12 in stagione tra tutte le competizioni). Al termine del match vinto dai rossoneri contro la Spal per 4-0, l’attaccante ventenne ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Spero e voglio continuare così, ma quello che conta è che il Milan vinca: solo dopo penso a me stesso”. Due gol da attaccante vero, qualcuno ha scomodato anche il paragone con Inzaghi: “Lui è stato uno dei più grandi attaccanti del calcio italiano, lo stimo molto. Quando mi era stato chiesto quale attaccante in attività mi piacesse, avevo risposto Belotti”. Inzaghi lo conosce bene, ma è con Montella prima e con Gattuso poi che Cutrone ha trovato spazio in prima squadra: “Devo molto a Montella, è lui che mi ha lanciato. Così come a Gattuso che mi sta dando continuità: voglio ripagarlo nel migliore dei modi e sto cercando di farlo. Lo ascolto sempre, mi piace come mi carica”.

“Dedico un gol a Conti: aveva previsto tutto”

Una vittoria che può rilanciare le ambizioni europee del Milan? Cutrone preferisce non sbilanciarsi troppo: “Pensiamo partita dopo partita, pur ponendoci degli obiettivi. Ma ora dobbiamo concentrarci sulla gara di Europa League, che è molto importante: vogliamo andare avanti in Europa”. L’attaccante rossonero analizza poi la partita di oggi: “Sapevamo sarebbe stata dura, infatti subito dopo aver fatto gol abbiamo un po’ sofferto. Ma abbiamo resitito da grande squadra e siamo stati bravi a trovare il raddoppio e poi chiuderla”. Infine, una (doppia) dedica particolare: “Il primo gol è per Conti, che era alla prima convocazione dopo l’infortunio. Aveva predetto la mia doppietta. L’altro alla mia famiglia e alla squadra, se segno è merito loro”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 715 volte