Gli interventi di Andrea Mandorlini, Tancredi Palmeri e Emiliano Mondonico a Radio Crc

published at 15:32 in NEWS
Gli interventi di Andrea Mandorlini, Tancredi Palmeri e Emiliano Mondonico a Radio Crc

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea Mandorlini, allenatore

“La Lazio è una squadra fisica e il Napoli è stato bravissimo a vincere la partita di campionato. La squadra azzurra deve continuare con queste idee e questo gioco fino alla fine perché la Juve ha un altro modo do affrontare le gare, più pragmatico, ma gli azzurri devono guardare solo a se stessi. Adesso iniziano anche le coppe e bisogna anche avere un po’ di fortuna, tanti aspetti entrano in gioco e quindi è tutto in ballo. Napoli e Juve vogliono vincere e mi auguro che vogliano farlo anche in Europa. 

Il Napoli sta bene mentalmente, ha idee, principi e anche fisicamente l’ho visto in crescita e lo si è visto proprio conto la Lazio che è una squadra fisica. La partita col Lipsia è complicata e l’Europa League logora. 

Contatti con la Spal? Non ho sentito nulla, mi sarebbe piaciuto, ma vedrò Napoli-Spal da casa. Non ho avuto contatti diretti con la Spal

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Tancredi Palmeri, giornalista

“Le grandi squadre sanno recuperare, ma non devono farne una legge perché non si vive solo recuperando. Il Napoli subisce troppi gol nei primi 15 minuti e le motivazioni possono essere due: non si  concentrati sin da subito o si è convinti della propria forza. 

La partita di Champions può logorare la Juve in vista del derby. Non credo che il Tottenham possa eliminare la Juve, ma stasera sarà una partita importantissima per la squadra bianconera che non dovrà subire gol. Il Tottenham crede a questa Champions e non vince un trofeo da 10 anni, ma ha dato priorità alla Champions ed è per questo che si giocherà la vita”. 

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Emiliano Mondonico, allenatore

“Il Napoli può vincere lo scudetto perché la Juve è impegnata in Champions e darà il massimo nella competizione europea e perché ha un gioco bellissimo. Poi, può succedere l’inverosimile, ma nella logica questi due perché possono fare del Napoli la squadra vincitrice dello scudetto, meritatamente. 

In Europa League il Napoli se la gioca anche perché si possono giocare due partite in una settimana. Non è vero che Sarri non ha alternative e contro la Lazio lo si è visto: Hamsik fuori, entra Zielinski e il gioco non cambia, ansi forse migliora pure. Il Napoli ha imparato a soffrire, ad esaltarsi e soprattutto a non mollare mai”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Questo articolo è stato letto 261 volte

You must be logged in to post a comment Login