La forza di Emre Can, i numeri della sua crescita

Meno falli, più passaggi riusciti

Emre Can, oltre ad aver migliorato la percentuale di contrasti vinti, ha saputo quest’anno controllare la sua esuberanza in campo ed ora è molto più pulito nei suoi interventi. Il tedesco era infatti risultato il secondo giocatore più falloso della scorsa Premier, con 70 scorrettezze totali, secondo solo all’attaccante del Crystal Palace, Benteke. Quest’anno invece il centrocampista è a quota 24, solo uno in più rispetto ai falli subiti. Can non si è limitato soltanto ad essere meno aggressivo, ma ha proprio cambiato il suo modo di giocare. In passato infatti aveva il difetto di disperdere inutilmente troppe energie e, soprattutto, di provare lanci lunghi e giocate che non sono nelle sue corde. Quello ammirato quest’anno ha invece perso il possesso della palla solo 13 volte, al contrario delle 24 registrate lo scorso anno, ed è cresciuta la sua precisione nei passaggi: ora è dell’85,7%, mentre era dell’81.5% nel 2016-17. In sintesi questa stagione il tedesco è il giocatore del Liverpool con la maggior percentuale di successo nei contrasti, il primo per duelli vinti, palle recuperate e possesso riconquistato nella trequarti avversaria. Ora i suoi compiti sono molto più definiti. Can è infatti colui che dà equilibrio al Liverpool, il primo incaricato di recuperare la sfera e passarla al compagno più vicino, a cui spetta dare il via alla manovra offensiva. In Premier League ha pochi eguali nel suo ruolo.

Fonte: Sky

Commenti