Gli interventi di Maurizio Gaudino, Luca Telese e Ciro Venerato a Radio Crc

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Maurizio Gaudino, allenatore

“Il Napoli vuole giocarsi tutte le sue carte in Italia ed è per questo che non andrò a Lipsia a vedere gli azzurri nella partita di Europa League. E’ da tanti anni che Napoli aspetta lo scudetto e credo sia giusto che la squadra abbia in testa la serie A. Il Lipsia è una grande squadra, è fatta di giovani e vuole arrivare a giocarsi la finale dell’Europa League. 

Raul Petretta è un buon terzino, è giovane e da un anno gioca in prima squadra. Credo sia adatto al Napoli, è un ragazzo di prospettiva”. 

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luca Telese, giornalista

“Vorrei che il Napoli vincesse lo scudetto, ma a Cagliari lunedì sera non avrà vita facile. Il Napoli stava per comprare Ünder, ma chissà quanto avrebbe giocato se lo avesse preso. 

Mi piacerebbe vedere dal vivo Cagliari-Napoli, ma non so qse riuscirà ad esserci. Devo ammettere che Pavoletti non è solo un attaccante, ma un artista e i gol che segna lo dimostrano”. 

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista 

“Milic è costato al Napoli di fatto di 150 mila euro netti. Il croato ha sostenuto e superato brillantemente ieri le visite mediche a Castelvolturno, avrà la maglia numero 19 e presto verrà annunciato con un tweet.

Reina? Il Napoli sta giocando su più tavoli e cerca 2 portieri, uno per il presente e uno per il ritiro perché Sepe a fine stagione potrebbe chiedere di andar via. Non credo che il Napoli possa investire 20/25 milioni per un portiere titolare senza avere l’ok del Napoli quindi tutti i discorsi di mercato saranno rimandati. La priorità è definire la questione allenatore e poi si penserà al mercato. Non credo che Reina rinnoverà, non lo escludo, ma ritengo che il Napoli lo perderà. Se associamo il nome di Reina al Milan non facciamo peccato, ma leggo e sento anche il nome della Juve e non so se lo l’estremo difensore azzurro si comporterebbe come Higuain”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti

Questo articolo è stato letto 808 volte