Rissa in Porto-Sporting, VAR espelle 2 barellieri

L’anno di debutto del VAR ci sta regalando, in Italia ma soprattutto fuori, una serie di episodi curiosi e di applicazione delle regole difficilmente visti in precedenza. L’ultima strana storia è accaduta in Portogallo, nel big match sentitissimo tra Porto e Sporting Lisbona, con in palio tre punti fondamentali per la corsa al titolo. Nonostante l’importanza della sfida e il clima rovente, l’incontro si è mantenuto molto tranquillo fino al 59’, quando a riscaldare gli animi ci ha pensato, suo malgrado, Fabio Coentrao. L’ex Real, protagonista nelle ultime settimane per alcuni sfoghi e pianti in panchina, è andato a recuperare in fretta la palla finita fuori il rettangolo di gioco per forzare i tempi e provare a rimontare il parziale svantaggio di 2-1. La sfera, terminata sotto le gambe di alcuni componenti dello staff di emergenza medica presente tra le due panchine, è stata nascosta da quest’ultimi e Coentrao ha così deciso di spingere uno di loro in modo tale da recuperarla. È lì che è scattata la rissa che ha visto protagonisti giocatori e uomini in panchina di entrambe le squadre, oltre ad alcuni barellieri adirati per la reazione del terzino portoghese. Dopo aver calmato la situazione generale l’arbitro è ricorso al VAR e ha deciso di infliggere due espulsioni. A chi? A entrambi i barellieri che avevano sottratto la palla a Coentrao, mentre quest’ultimo se l’è cavata continuando a giocare la partita, finita poi 2-1 a favore dei Dragoes. Con questo successo il Porto ha rafforzato la sua leadership in testa al campionato, rimanendo ancora imbattuto e volando a +8 sui rivali biancoverdi della capitale, alla seconda sconfitta subita in poche settimane dopo aver ottenuto 20 risultati utili di fila nelle prime 20 giornate.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 160 volte