Inzaghi: “Abbiamo dato tutto, l’Europa stanca”

La Lazio si ferma ancora. Dopo l’incoraggiante passaggio del turno in Europa League di giovedì a Kiev, i biancocelesti non riescono ad andare oltre all’1-1 casalingo contro il Bologna. È il secondo pareggio di fila (2-2 una settimana fa a Cagliari) in campionato, che rallenta l’ascesa in classifica della squadra di Simone Inzaghi, ora quinta a -1 dall’Inter e a -5 dalla Roma. Così l’allenatore piacentino a fine gara: “Abbiamo fatto una buona partita, meritavamo di più. Avremmo potuto essere più precisi, ma i ragazzi hanno dato davvero tutto”. Sulle scelte: “Stamattina ho dovuto fare la conta – ha spiegato Inzaghi – Quando si gioca il giovedì ci sono sempre degli strascichi. Ho cercato soluzioni alternative, i ragazzi mi hanno soddisfatto. Nel primo tempo abbiamo rischiato di prendere troppi contropiedi, nel secondo ci siamo assestati bene e abbiamo concesso meno”.

“Leiva indispensabile. Var ci ha tolto tanti punti”

Parlando poi dei singoli, l’allenatore biancoceleste si è soffermato su Lucas Leiva, uno degli insostituibili: “Sapevo che Lucas fosse forte – ha ammesso – ma non mi aspettavo così tanto. Vorrei farlo riposare, ma per noi è indispensabile. Felipe Anderson? È più pericoloso vicino alla porta, però non avevo a disposizione né Milinkovic né Lulic, quindi ho dovuto fare delle scelte”. Ora una settimana di riposo: “Abbiamo fatto finora 45 partite. Faremo del nostro meglio per continuare ad andare avanti in Europa League. Giocheremo contro il Salisburgo in prossimità del derby, non sarà semplice ma siamo soddisfatti di essere arrivati ai quarti. Fino alla fine saremo lì con le altre, vedremo come andrà”. Una battuta finale sul Var, dopo la protesta dei tifosi della Lazio del pomeriggio: “Ci ha tolto tanti punti, forse c’era un rigore per noi anche oggi, ma non ce la faccio più a parlare di queste cose. Dobbiamo andare avanti, ma rimango della mia idea che il VAR renda le partite meno divertenti”, ha concluso.

Fonte: SkySport

Commenti